rotate-mobile
Politica

Energia e gas alle stelle, Zaia: «Bisogna intervenire subito»

Per il governatore bisognerebbe seguire il modello francese, che ha inserito un "price cap"

Bollette alle stelle, famiglie che faticano a tenere in ordine i bilanci e imprese a rischio chiusura. Su questi temi si è soffermato il presidente del Veneto, Luca Zaia, nel corso di un punto stampa a Venezia, a Palazzo Balbi. «Stiamo vivendo in un contesto di economia di guerra che ha portato il costo dell'energia a quadruplicarsi e siamo preoccupati. - ha spiegato - È necessario che ci sia un intervento repentino, e se non lo si fa ora, dal 13 ottobre, con l'insediamento del nuovo Parlamento, ci si dovrà occupare subito della partita».

Per il governatore, la strada giusta è seguire il modello francese, «dove hanno deciso di fissare il prezzo massimo dell'energia a un +4% e per il resto interviene il Governo», ha spiegato. Se da un lato c'è l'energia, dall'altro ci sono i costi del gas. «Ci sono difficoltà di dialogo con la Russia, nostro fornitore monopolista, - ha riferito - e c'è una forte speculazione. In queste ore non si sta contrattando, ma si stanno vendendo scommesse sul prezzo del gas, da qui ai prossimi mesi. C'è in piedi un sistema di speculazioni che sta affamando famiglie e imprese. Bisogna mettere un freno ai costi».

«Se non si fisserà un costo massimo a livello europeo, sarà l'inizio della fine. - ha proseguito il governatore - La fase autunnale e invernale diventerà pesantissima per forniture ma anche per i bilanci delle famiglie, che secondo l'Istat dovranno far fronte a una spesa maggiorata di 2 mila euro all'anno per vivere».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Energia e gas alle stelle, Zaia: «Bisogna intervenire subito»

VeneziaToday è in caricamento