rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Politica

Sanitari no vax verso il reintegro, Zaia: «Soluzione che ho più volte auspicato»

Il governatore commenta il provvedimento del nuovo ministro della Salute Orazio Schillaci

«Chiarita la situazione dal punto di normativo, sono stato il primo a dire che era necessario reintegrare il personale della sanità soggetto a procedimenti di sospensione per inadempienza all'obbligo vaccinale». Il presidente del Veneto, Luca Zaia, ha accolto favorevolmente la notizia che il nuovo ministro della Salute, Orazio Schillaci, sta licenziando un provvedimento per consentire il reintegro in servizio del personale sospeso.

«Servono tutte le risorse in campo»

«È una soluzione che ho pubblicamente e più volte auspicato», ha aggiunto il governatore, spiegando come la pandemia abbia «messo a dura prova l’intero sistema sanitario: ora serve che tutte le risorse umane e professionali siano di nuovo in campo per continuare a dare risposte efficaci alle richieste dei cittadini, mantenendo alto il livello dei servizi sanitari e, dove possibile, migliorandolo, sfruttando ogni supporto possibile».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanitari no vax verso il reintegro, Zaia: «Soluzione che ho più volte auspicato»

VeneziaToday è in caricamento