rotate-mobile
Politica

Zaia: «Nuovo segretario Lega o ministro? Il mio cuore è in Veneto»

Il governatore ribadisce la sua volontà di rimanere a Palazzo Balbi. «Se mollassi, significherebbe che molti dei progetti rischierebbero di non vedere la luce»

Luca Zaia non vuole sentir parlare di segreteria della Lega, né tantomeno della possibilità di assumere un ruolo da ministro nel nuovo Governo di Giorgia Meloni: «Ho già detto che il mio cuore è in Veneto», ha commentato oggi il presidente del Veneto nel corso di un appuntamento a Trieste. «Questa domanda me la fate ogni volta che si va a votare. Sono passato da commissario europeo, candidato, ministro. Io mi devo occupare del Veneto».

Il governatore ha ribadito la sua volontà di rimanere a Palazzo Balbi, perché «se io mollassi il Veneto significherebbe che molti dei progetti rischierebbero di non vedere la luce. E ce n'è uno fondamentale per noi che si chiama autonomia».

Dello stesso avviso anche il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, anch'egli in odore di segreteria: «Mi piacerebbe continuare qui, ricandidarmi il prossimo anno per la presidenza della Regione. Poi il risultato dipenderà dalla fiducia che i cittadini mi vorranno dare. Spero che il dopo Fedriga sia Fedriga di nuovo in Friuli Venezia Giulia, questo è il mio auspicio, dipenderà dagli elettori».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zaia: «Nuovo segretario Lega o ministro? Il mio cuore è in Veneto»

VeneziaToday è in caricamento