rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Politica

"Via del Mare" tra Meolo e Jesolo, pedaggio per le auto sarà di 2 euro

Il presidente Zaia ha annunciato esenzioni per i residenti nei Comuni limitrofi. Per i mezzi pesanti l'importo salirà a 4 euro

Il pedaggio per percorrere la Via del Mare da Meolo alla rotatoria "Frova" di Jesolo sarà di due euro per le automobili e di 4 per i mezzi pesanti. Lo ha annunciato oggi il presidente del Veneto, Luca Zaia, a margine di un evento a Roncade (Treviso). L'incarico per la progettazione dell'infrastruttura, del valore di circa 200 milioni, sarà conferito presumibilmente nei primi mesi del prossimo anno.

Il progetto prevede una strada a due corsie per ciascun senso di marcia, lunga 18,6 chilometri. «Saranno esenti dal pagamento, - ha precisato il governatore - i cittadini di Roncade, Meolo, Musile, San Donà, Eraclea, Jesolo e Cavallino». Prevista quindi per almeno due anni un'esenzione parziale per tutti i residenti a Treviso, Monastier, San Biagio di Callalta.

Via del Mare: il progetto

Nel dettaglio, il progetto prevede la realizzazione di una superstrada a pedaggio a scorrimento veloce, a due corsie per senso di marcia. Compito della nuova opera sarà quello di intercettare sia il traffico proveniente dall’autostrada A4, in uscita a Meolo, sia quello diretto alle spiagge, e di decongestionare il nodo di Caposile. La nuova infrastruttura si estenderà per circa 18,6 chilometri a partire dal casello di Meolo fino alla rotatoria “Frova”, a Jesolo, e attraverserà i territori di Roncade, Meolo, Musile, San Donà di Piave e Jesolo. Il primo accesso sarà nella rotatoria in corrispondenza del casello di Meolo, un successivo nell’abitato dello stesso comune (via Diaz), un terzo svincolo denominato “Triestina” con interconnessione alla statale 14, un quarto con Musile di Piave - via Emilia, un quinto a Caposile. Infine la conclusione alla rotatoria Frova.

Le opere principali da realizzare sono tre: l’attraversamento della autostrada A4, l’adeguamento con ampliamento dell’esistente cavalcaferrovia sulla linea Venezia-Trieste e il nuovo ponte sul fiume Piave Vecchia. Il modello di pedaggio si basa su un sistema senza barriere (freeflow) in modalità dinamica, senza fermate o rallentamenti in corrispondenza dei punti di riscossione: il sistema è costituito da portali attrezzati con dispositivi tecnologici in grado di rilevare il passaggio del veicolo e determinarne le caratteristiche necessarie per il calcolo del pedaggio. Il tutto confluisce in una piattaforma informativa centrale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Via del Mare" tra Meolo e Jesolo, pedaggio per le auto sarà di 2 euro

VeneziaToday è in caricamento