Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Zecchi: «Il Redentore si poteva fare, nel rispetto delle regole»

Il candidato sindaco per il Partito dei Veneti ha parlato della sua idea di città: «Serve visione strategica per Venezia. E Mestre dovrebbe imitare Milano»

 

Il professore e candidato sindaco di Venezia Stefano Zecchi, intervistato al Morning Show su Radio Cafè, ha commentato l'annullamento dei fuochi della festa del Redentore: «Dispiace perché è una delle grandi tradizioni veneziane: si comprende la necessità della distanza sociale, rispettiamo le regole, ma certamente si poteva trovare una soluzione. Ci voleva più fantasia».

Zecchi ha toccato vari temi: «Il turismo serve alla città, non possiamo pensare di trasformare Venezia in Pompei. Manca una visione strategica, di sviluppo. Venezia dovrebbe essere una specie di città-stato, con uno statuto speciale. E Mestre dovrebbe guardare a Milano».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento