rotate-mobile

Zecchi: «Il Redentore si poteva fare, nel rispetto delle regole»

Il candidato sindaco per il Partito dei Veneti ha parlato della sua idea di città: «Serve visione strategica per Venezia. E Mestre dovrebbe imitare Milano»

Il professore e candidato sindaco di Venezia Stefano Zecchi, intervistato al Morning Show su Radio Cafè, ha commentato l'annullamento dei fuochi della festa del Redentore: «Dispiace perché è una delle grandi tradizioni veneziane: si comprende la necessità della distanza sociale, rispettiamo le regole, ma certamente si poteva trovare una soluzione. Ci voleva più fantasia».

Zecchi ha toccato vari temi: «Il turismo serve alla città, non possiamo pensare di trasformare Venezia in Pompei. Manca una visione strategica, di sviluppo. Venezia dovrebbe essere una specie di città-stato, con uno statuto speciale. E Mestre dovrebbe guardare a Milano».

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Zecchi: «Il Redentore si poteva fare, nel rispetto delle regole»

VeneziaToday è in caricamento