Venerdì, 19 Luglio 2024
Politica

Zona logistica ancora senza fondi, Azione e Partito Democratico all'attacco

Un'interrogazione al governo dal segretario regionale del Pd Veneto e senatore, Andrea Martella. Bonafè e Garro: «Al sud le Zone economiche speciali sono state regolarmente finanziate a differenza che al nord»

La Zona logistica semplificata (Zls) per le aree del Rodigino, di Porto Marghera e di Murano c'è, ma i fondi mancano. Azione e Partito Democratico vanno all'attacco. «Avevamo salutato con soddisfazione l’istituzione, con uno degli ultimi atti del governo Draghi (grazie anche al decisivo interessamento di Mara Carfagna), Un’occasione imperdibile per tutta la nostra area metropolitana in termini di lavoro pregiato, estraneo alla monocultura turistica, ambientalmente compatibile. Ad oggi però il governo non ha stanziato neppure un euro per la partenza effettiva della Zls - commentano i segretari comunale, Paolo Bonafè, e metropolitana, Antonella Garro, del partito Azione -, mentre sono state regolarmente finanziate le Zone economiche speciali (Zes) al sud. Bene fa l’assessore regionale Roberto Marcato (Lega) a lamentarsene ma corre l’obbligo di ricordargli che il suo partito è componente importante del governo in carica e ha dunque la responsabilità di questa differenza di trattamento tra nord e sud».

Il segretario regionale del Partito Democratico Veneto e senatore, Andrea Martella, ha presentato un’interrogazione parlamentare sulla questione. «Il governo Meloni sta dimostrando molti limiti e si caratterizza per trascurare il Veneto - afferma - L’ultima dimostrazione è il mancato finanziamento della Zls per Porto Marghera e il Rodigino». Ai ministri dell’Economia e delle Finanze e delle Imprese e made in Italy Martella ha chiesto: «quali iniziative il governo intenda assumere per prevedere adeguati e specifici finanziamenti per assicurare la piena operatività della Zls, consentendo di poter esercitare quella funzione attrattiva per gli investimenti produttivi che è alla base della ratio dello strumento».

Il Partito Democratico nella recente legge aveva presentato degli emendamenti. «Dovevano favorire nuovi investimenti puntando sulla leva fiscale e sui vantaggi previsti dalla legge - ricorda Martella - sono stati tutti bocciati dal governo. Ora addirittura la Regione Veneto ha sollecitato l’esecutivo Meloni a provvedere a finanziare la Zls, indispensabile per rilanciare il tessuto economico-produttivo territoriale. È un’opportunità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona logistica ancora senza fondi, Azione e Partito Democratico all'attacco
VeneziaToday è in caricamento