Salute

Genitori e bambini, come sopravvivere in casa in quarantena: i consigli della psicoterapeuta

Uno dei problemi più grossi, in tempi di coronavirus, è la gestione dei compiti dei figli. Ne abbiamo parlato con la dottoressa Valentina Agostinetto, psicologa e psicoterapeuta

Genitori e insegnanti preoccupati per il blocco delle lezioni, tenuta psicologica dei bambini e dei ragazzi messa a repentaglio in una fase così delicata, insegnanti lasciati un po' a se stessi nel tipo di approccio da attivare con gli studenti. Sta di fatto che nelle ultime settimane le scuole si stanno muovendo attraverso i canali informatici per garantire agli studenti la continuità didattica. Abbiamo chiesto alla dottoressa Valentina Agostinetto, psicologa e psicoterapeuta che opera a Jesolo, quali sono le strategie che i genitori possono sfruttare per gestire la nuova routine scolastica dei figli, senza togliere tempo a faccende domestiche e smart working.

«Se all'inizio poteva essere essere considerata una pausa e c'era la curiosità di vivere una scuola moderna a distanza, ora la mancanza delle relazioni con gli insegnati e i compagni comincia a farsi sentire. - spiega la psicoterapeuta - E anche la difficoltà di far fare i compiti ai propri figli comincia a creare delle tensioni in famiglia: scarseggia la motivazione e il tempo sembra essere nemico. Se da un lato ci sembra che le giornate siano interminabili, dall'altro i giorni passano e le preoccupazioni aumentano». I genitori aprono il registro elettronico e si trovano davanti a pagine piene di compiti da fare e scaricare. «È normale sentirsi sopraffatti dal carico assegnato, il timore è quello di non riuscire a svolgerlo rispettando le scadenze».

IL DECALOGO PER VIVERE CON MENO ANSIA LA QUARANTENA

Il rischio è che i ragazzi passino intere giornate a fare i compiti: aumentano i malumori e manca lo spazio per i momenti di svago. «Il trucco - ci spiega la psicologa - sta nell'organizzarsi in modo da trovare il giusto equilibrio tra studio e divertimento». Di seguito i consigli della dottoressa Agostinetto.

  1. fissate un'orario da dedicare allo studio (può cambiare di settimana in settimana)
  2. concordate con i vostri figli i momenti di pausa
  3. suddividete il carico di lavoro: fate una lista di compiti da fare durante la settimana
  4. utilizzate il diario o costruite un planning dove scrivere secondo scadenza i compiti da fare. Utilizzare la scadenza è il sistema più facile, ma potete dividere i compiti per materia o per giorno
  5. quando un compito è finito, non dimenticatevi di cancellarlo/segnarlo o evidenziarlo
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genitori e bambini, come sopravvivere in casa in quarantena: i consigli della psicoterapeuta

VeneziaToday è in caricamento