Giovedì, 13 Maggio 2021
Salute

L'Ulss 3 potenzia i servizi contro il tumore al collo dell'utero: nuovo ambulatorio a Favaro

Attivo da settembre, gli "screening" sono gratuiti per tutte le donne

"Screening" contro i tumori femminili: l’Ulss 3 rilancia l’appello e apre un altro ambulatorio in terraferma, a Favaro Veneto, dove saranno effettuati gli esami di prevenzione contro il tumore del collo dell’utero. «Anche la lotta al tumore del collo dell’utero - spiega il direttore generale Giuseppe Dal Ben - passa attraverso lo screening, e non sottolineiamo mai abbastanza l’importanza di questi esami preventivi, che sottopongono la popolazione ad un setaccio, e individuano coloro che sono più esposti al rischio. Nel caso specifico del tumore del collo dell’utero, attraverso il programma di ‘screening’ le Aziende sanitarie propongono alle donne due esami efficacissimi, il Pap-Test e il test ‘HPV-DNA’. Individuare chi è a rischio significa prevenire il male; e intervenire per tempo nei casi acclarati significa curare prima e meglio».

Servizi potenziati

In quest’ottica, l'azienda sanitaria potenza i propri servizi: da settembre, per favorire una maggiore partecipazione delle donne dai 25 ai 64 anni, è aperto il “punto screening” in terraferma, a Favaro Veneto, nella sede del Distretto in via della Soia. Il nuovo punto si aggiunge a quelli già attivi alla Cipressina, a Marghera, a Marcon, a Quarto d’Altino. «Il nuovo ambulatorio screening - spiega la dottoressa Maria Cristina Mambelli, che guida l’unità 'Infanzia, Adolescenza e Famiglia'  - apre in questa sede, presso il Consultorio familiare, grazie alla collaborazione tra la nostra unità e il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica. Si propone quindi alla popolazione di Terraferma in una sede recente e accogliente, facilmente raggiungibile, arricchendola di una proposta nuova e rendendola ancora più identificabile come ‘luogo della salute’ sul territorio».

Gli orari

Il punto screening opererà nelle giornate di martedì e mercoledì pomeriggio, dalle 14 alle 17. Secondo il protocollo della Regione Veneto, anche in questa sede le donne di età 25-29 anni vengono sottoposte a Pap-Test tradizionale, mentre alle donne nella fascia 30-64 anni viene praticato il test Hpv-Dna, recentemente introdotto e particolarmente efficace. Gli esami effettuati nel nuovo ambulatorio, come tutti quelli nei percorsi di “screening”, sono completamente gratuiti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ulss 3 potenzia i servizi contro il tumore al collo dell'utero: nuovo ambulatorio a Favaro

VeneziaToday è in caricamento