menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola al via: per le famiglie di Mestre una stangata che può arrivare a 500 euro

Adico ha effettuato un'analisi sui costi che dovranno sostenere le famiglie per il nuovo anno scolastico. I costi più elevati per chi manderà i figli al Franchetti

La “stangata” più pesante spetta alle famiglie che iscrivono i propri figli al primo anno (quarta ginnasio) dell’istituto Franchetti di Corso del Popolo. Per i libri (simulazione su sezione A) si spendono 332 euro ma ci sono i vocabolari di Latino e Greco che, sa va bene, richiedono una spesa che può sfiorare i 200 euro (per entrambi). Poi bisogna aggiungere gli accessori vari e, se si abita lontani, l’abbonamento dell’autobus. In generale, però, come succede sempre a inizio settembre, in questi giorni molte famiglie mestrine e veneziane sono chiamate a notevoli sacrifici economici per iscrivere i propri figli a scuola.

Sacrifici che si vanno aggiungere ad altre scadenze che rendono questo periodo molto pesante per i bilanci familiari. Adico, anche quest’anno, ha monitorato i costi della dotazione di libri in alcune scuole mestrine, oltre a quelli degli accessori e dell’abbonamento Actv. Risultato? Senza contare l’abbonamento Actv, ogni famiglia deve prevedere un budget fra i 300 e i 400 euro ma si può arrivare tranquillamente fino a 500 euro, importi che per molti rappresentano una bella fetta di stipendio.

PREZZI STABILI

Secondo l’analisi dell’Adico, i costi dei libri sono rimasti pressoché invariati. E, dopo anni di battaglie, le scuole hanno ridotto al minimo le “nuove adozioni”, quei testi che devono essere per forza comprati nuovi, senza poter utilizzare lo scambio di libri usati. Resta qualche eccezione al Pacinotti, dove in quinta (sezione A indirizzo elettronica-elettrotecnica) su 6 libri da acquistare, quattro sono nuovi, o al terzo anno del Gritti: su 13 libri 5 nuovi quindi non acquistabili usati. In tale contesto, chi iscrive il proprio figlio (o i propri figli) al primo anno dovrà acquistare una dotazione di libri notevole, in media 15. Più avanti si va negli anni e più il numero di testi da comprare diminuisce.

LA STANGATA

Fra le scuole monitorate la spesa maggiore per i testi si registra al terzo anno (sempre sezione A) del liceo scientifico Ugo Morin: 339,40 euro. Ma al Franchetti, come detto, i costi lievitano con l’acquisto dei vocabolari/dizionari che possono costare fino a 100 euro. Anche alle medie la spesa per i libri non è indifferente. Al primo anno della Trentin servono più di 280 euro.

ABBONAMENTI ACTV

Capitolo a parte merita la questione abbonamenti, già più volte sollevata dall'associazione. Gli abbonamenti scolastici annuali sono più convenienti di quelli mensili. Però, ricorda Carlo Garofolini, presidente dell’Adico, "questa soluzione conta dodici mesi di utilizzo del mezzo per andare a scuola, mentre si dovrebbe calcolare il costo su nove mesi. Un esempio. Per le tratta 2 Actv chiede come abbonamento scolastico 340 euro, con un netto vantaggio rispetto ai 39 euro mensili. Ma il vantaggio potrebbe essere molto più sensato se il calcolo dell’abbonamento annuale venisse effettuato sugli effettivi nove mesi di scuola".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento