menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Liceo Franchetti in Corso del Popolo

Liceo Franchetti in Corso del Popolo

"Cara" scuola: nel Veneziano le famiglie spenderanno circa 500 euro a figlio

Gli studenti di IV Ginnasio del Franchetti spenderanno 500 euro solo per i libri. A cui andranno a sommarsi i costi di zaini, cancelleria varie e autobus

Testi scolastici, vocabolari, diari, zaini, astucci. A pochi giorni dall'inizio delle scuole medie e superiori che nel Veneziano sono un centinaio e ospitano circa 55mila studenti, le famiglie devono fare i conti con il classico salasso settembrino. Anche se non si registrano particolari impennate nei prezzi costi di testi e accessori rispetto allo scorso anno, il costo del sapere si rivela sempre pesante per molti genitori, soprattutto quelli che hanno più di un figlio in età scolastica o che devono acquistare tutta la dotazione richiesta.

L'indagine di Adico

Come di consueto Adico ha preso in esame i costi dei libri per alcuni istituti mestrini, tentando di coprire tutti gli indirizzi: liceo classico Franchetti, liceo scientifico Bruno, istituti tecnico Pacinotti (elettronica), istituto turistico Gritti e scuola media Silvio Trentin. Il risultato dell'indagine conferma che per ogni figlio le famiglie spenderanno mediamente più di 500 euro fra libri e accessori. Per quanto riguarda i testi scolastici, per il primo anno la spesa più impegnativa l'affronteranno gli studenti della quarta ginnasio del Franchetti, se costretti a comprare il vocabolario di greco e latino: oltre 500 euro solo per i testi scolastici. Per il secondo anno il record di spesa (226,40 euro) spetta agli alunni del Pacinotti; in terza la mazzata più consistente è ancora per i ragazzi del classico (370,55 euro), in quarta per quelli del Pacinotti (329,90 euro) e in quinta per gli alunni del Bruno (329,75).

«Si pensi ai supporti tecnologici» 

«Ogni fine estate le famiglie devono dissanguarsi per un diritto, quello allo studio, che dovrebbe essere gratuito. - commenta Carlo Garofolini, presidente dell'Adico - In pratica fra libri e corredo può andare via un terzo di uno stipendio medio. Per fortuna le scuole hanno cominciato a diminuire in modo notevole il numero delle nuove edizioni e questo favorisce l'acquisto di libri usati che permette un risparmio di un terzo rispetto all'acquisto di testi nuovi. Continuiamo a sostenere, poi, che la modernità dovrebbe favorire sempre più l'eliminazione dei testi da sostituire con supporti tecnologici. Per poter contenere i costi, infine, suggeriamo ai genitori di non seguire in alcun modo i capricci dei figli che solitamente desiderano acquistare corredi firmati, soprattutto zaini. Ci sono prodotti non griffati di grande qualità e a prezzo nettamente inferiore».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento