"Cara" scuola: nel Veneziano le famiglie spenderanno circa 500 euro a figlio

Gli studenti di IV Ginnasio del Franchetti spenderanno 500 euro solo per i libri. A cui andranno a sommarsi i costi di zaini, cancelleria varie e autobus

Liceo Franchetti in Corso del Popolo

Testi scolastici, vocabolari, diari, zaini, astucci. A pochi giorni dall'inizio delle scuole medie e superiori che nel Veneziano sono un centinaio e ospitano circa 55mila studenti, le famiglie devono fare i conti con il classico salasso settembrino. Anche se non si registrano particolari impennate nei prezzi costi di testi e accessori rispetto allo scorso anno, il costo del sapere si rivela sempre pesante per molti genitori, soprattutto quelli che hanno più di un figlio in età scolastica o che devono acquistare tutta la dotazione richiesta.

L'indagine di Adico

Come di consueto Adico ha preso in esame i costi dei libri per alcuni istituti mestrini, tentando di coprire tutti gli indirizzi: liceo classico Franchetti, liceo scientifico Bruno, istituti tecnico Pacinotti (elettronica), istituto turistico Gritti e scuola media Silvio Trentin. Il risultato dell'indagine conferma che per ogni figlio le famiglie spenderanno mediamente più di 500 euro fra libri e accessori. Per quanto riguarda i testi scolastici, per il primo anno la spesa più impegnativa l'affronteranno gli studenti della quarta ginnasio del Franchetti, se costretti a comprare il vocabolario di greco e latino: oltre 500 euro solo per i testi scolastici. Per il secondo anno il record di spesa (226,40 euro) spetta agli alunni del Pacinotti; in terza la mazzata più consistente è ancora per i ragazzi del classico (370,55 euro), in quarta per quelli del Pacinotti (329,90 euro) e in quinta per gli alunni del Bruno (329,75).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Si pensi ai supporti tecnologici» 

«Ogni fine estate le famiglie devono dissanguarsi per un diritto, quello allo studio, che dovrebbe essere gratuito. - commenta Carlo Garofolini, presidente dell'Adico - In pratica fra libri e corredo può andare via un terzo di uno stipendio medio. Per fortuna le scuole hanno cominciato a diminuire in modo notevole il numero delle nuove edizioni e questo favorisce l'acquisto di libri usati che permette un risparmio di un terzo rispetto all'acquisto di testi nuovi. Continuiamo a sostenere, poi, che la modernità dovrebbe favorire sempre più l'eliminazione dei testi da sostituire con supporti tecnologici. Per poter contenere i costi, infine, suggeriamo ai genitori di non seguire in alcun modo i capricci dei figli che solitamente desiderano acquistare corredi firmati, soprattutto zaini. Ci sono prodotti non griffati di grande qualità e a prezzo nettamente inferiore».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Tagli capelli autunno 2020: tutte le tendenze per corti, medi e lunghi

  • Stivale sul parapetto di Scala Contarini del Bovolo: polemica sul post della Ferragni

  • Camerieri pestano un collega in pizzeria, poi gli lanciano contro coltelli

  • Fiori d'arancio in casa Panatta: Adriano sposa la sua Anna a Venezia

  • Incidente tra mezzi pesanti in A4, due persone ferite

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento