menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La storia di San Faustino e del perché è diventato il patrono della festa dei single

Come perché questo santo viene associato a questa ricorrenza che si celebra ogni 15 febbraio

Dopo la festa degli innamorati (di cui abbiamo raccontato l'origine in un altro articolo) arriva, come ogni anno, quella dedicata ai single, cioè il giorno di San Faustino. Ma qual è la storia di questo santo che, nella tradizione popolare, è diventato il protettore delle persone ancora in cerca dell'anima gemella? Facciamo un tuffo nel passato e andiamo a riscoprire la vita e il martirio di Faustino e di suo fratello Giovita che hanno fatto sì che il 15 febbraio diventasse il giorno di riscatto dei single e che San Faustino divenisse una sorta di controparte di San Valentino. 

Faustino e Giovita: i due fratelli da cui ha origine la festa dei single 

Faustino e Giovita erano due fratelli originari di Villa Carcina, in provincia di Brescia di cui non si conosce esattamente la data di nascita ma che intrapresero la carriera militare nelle legioni romane (questi due personaggi, infatti, venivano spesso raffigurati con addosso l'armatura da soldato). I due, si convertirono al cristianesimo in un periodo in cui essere cristiani voleva dire essere oggetto di persecuzioni e rischiare la vita per la fede. Cosa che, in effetti, accadde perché i due fratelli vennero condannati a morte e decapitati a Brescia il 15 febbraio dopo essere caduti nel mirino delle persecuzioni dell'imperatore Adriano ed è da qui che iniziò il loro culto. I due fratelli, infatti, diventarono i santi di Brescia nel 1438 dopo essere apparsi sulle mura della città per respingere a mani nude le palle di cannone lanciate dai nemici ma di come Faustino sia diventato il "protettore dei single" come lo conosciamo oggi non c'è traccia nella storia o nella laggenda di questo personaggio storico.
 

Perché San Faustino è il protettore dei single? 

Il come e perché si è passati dal martirio di due soldati convertiti al giorno dedicato a chi non ha ancora trovato l'amore non è ancora chiaro, così come non è chiaro perché si è soliti ricordare solo uno dei due fratelli, cioè Faustino. Ci sono alcune ipotesi che ritengono che la scelta sia ricaduta su Faustino per merito del suo nome che deriva dalla parola "fausto" e cioé "fortunato" nella sua accezione di buon augurio per chi sogna di trovare la sua dolce metà grazie a una sorte favorevole. Per quanto riguarda la data del 15 di febbraio molto probabilmente è stato determinante il giorno del martirio dei due soldati e, venendo appena dopo il giorno di San Valentino, questo potrebbe aver inciso a far diventare il 15 febbraio il giorno dedicato ai single, anche perché, una festa se la meritano anche loro e quale giorno migliore se non dopo quella degli innamorati? 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento