← Tutte le segnalazioni

Altro

L'abbattimento dell'area verde dell'ex Colonia S. Caterina a Jesolo

Via Levantina · Jesolo

Riceviamo e pubblichiamo:

"Come un urlo di dolore e sofferenza è quanto il comitato Verde Bene Comune Jesolo scrive pubblicamente, a mezzo stampa, all’amministrazione comunale, in rappresentanza dei cittadini sconcertati dall’abbattimento del bosco dell’ex colonia S. Caterina (Stella Maris). L’area rappresentava una delle ultime finestre verdi e frontemare. La concessione edilizia per il progetto edificatorio di 99 unità residenziali, oltre ad una struttura ricettiva hotel-residence con garage interrato, è stata rilasciata il 16 marzo 2018. Più di un ettaro che poteva essere vincolato e riqualificato con un progetto ambientale di cui avrebbe beneficiato tutto il territorio comunale, i cittadini e gli ospiti del nostro litorale. Un’area di respiro, simbolo e occasione del cambiamento sempre propagandato dall’Europa e ripreso in ogni occasione dal governo e dalle amministrazioni; il cambio di passo verso pianificazioni territoriali a misura d’uomo, per città sostenibili, che migliorano la qualità dei servizi, la mobilità, l’ecosistema. Un cambiamento che tutti i cittadini dovrebbero chiedere a gran voce, insieme a tutte le categorie territoriali, dagli albergatori, ai commercianti, ai consorzi. Niente di tutto questo: le amministrazioni, susseguitesi in questi ultimi 20 anni a Jesolo, hanno fallito visto che non sono riuscite a tutelare nessuna finestra a mare ed è in discussione anche l’ultima tra piazza Milano e piazza Torino. Nessun vincolo è stato messo per la tutela dei parchi privati e siamo tutti inermi di fronte all’inquietante numero di cantieri aperti ed al numero spropositato di metri cubi, legittimati dalle pianificazioni e dal nuovo piano casa regionale. Ci chiediamo inoltre come l’amministrazione abbia potuto far abbattere l’intera area alberata in periodo di nidificazione, non rispettando la direttiva 2009/147 e quella nazionale 157/92 che lo impediscono; a maggior ragione poi se consideriamo che i cantieri dovranno chiudersi con l’inizio della stagione estiva. In questo periodo l’amministrazione comunale sta redigendo il nuovo piano degli Interventi, il nostro urlo di dolore vuole arrivare al cuore di chi sceglierà in coscienza per il bene dei cittadini, tutti."

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
VeneziaToday è in caricamento