rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Speciale

Dare l’addio a occhiali e lenti a contatto? Ora è possibile

Grazie ad innovative tecniche di chirurgia, oggi è possibile recuperare la propria capacità visiva in breve tempo

La necessità di indossare gli occhiali per correggere un difetto visivo, spesso, si manifesta durante il periodo dell’adolescenza, in concomitanza con l’aumento delle ore trascorse a studiare. In realtà, a causa delle sollecitazioni cui, oggi, vengono sottoposti gli occhi, i disturbi sorgono anche prima.
Questo significa che, arrivati all’età adulta, si hanno alle spalle parecchi anni di utilizzo degli occhiali, con tutti i relativi disagi che ne derivano.
Ad esempio, per le persone con una forte miopia, questo si traduce nell’alzarsi dal letto in un’indistinta confusione di colori, dato che, senza correzione, non riescono a distinguere quello che le circonda.
Oppure, più in generale, chi porta gli occhiali deve affrontare delle noiose situazioni, più o meno, quotidiane, come non vedere più nulla a causa della pioggia, o perdere, temporaneamente, la vista quando si apre il forno, la lavastoviglie, o quando c’è uno sbalzo di temperatura (l’appannamento delle lenti è, sempre, in agguato).
Le lenti a contatto, dal canto loro, possono ovviare ad alcuni tipi di problemi, ma non sono adatte a tutti (per chi ha poca lacrimazione possono risultare fastidiose) e richiedono, comunque, una grande attenzione nella relativa cura e igiene (onde evitare di infettare l’occhio).
Fortunatamente, da alcuni anni è possibile sottoporsi ad un rapido intervento per potersi liberare di lenti a contatto e occhiali.

Valutare l’idoneità all’operazione: cosa fare

Per potersi sottoporre all’intervento, oltre che essere maggiorenni, è necessario che il proprio difetto visivo (sia esso miopia, ipermetropia o astigmatismo) sia stabile da almeno due anni.
Appurato ciò, il medico oftalmologo, si occuperà di valutare la buona condizione di salute oculare del paziente attraverso una visita oculistica specialistica. Nel corso di questa si verificherà anche che il paziente sia idoneo alla chirurgia refrattiva, effettuando specifici test preliminari, anche tramite l’ausilio di colliri, per l’esame della retina e della cornea.
La visita, che ha una durata di circa 2 ore, consente al medico di evidenziare non solo l’idoneità o meno all’intervento laser agli occhi, ma anche le eventuali tecniche alternative per correggere il deficit visivo.

La tecnica Smile, innovativa ed efficace

Tra le tecniche più innovative di chirurgia refrattiva c’è la tecnica Smile, che ha il grande vantaggio di poter correggere sia difetti di miopia semplice (da circa -1,75 diottrie a -6 diottrie) ed elevata (fino a -10 diottrie) che l’astigmatismo (fino a -5 diottrie).
Grazie all’estrema precisione, consente di trattare anche cornee sottili (non operabili con metodi tradizionali).
Ad oggi, con la tecnica Smile sono stati eseguiti più di due milioni di interventi in tutto il mondo con successo; l’intera procedura, infatti, richiede soltanto pochi minuti ed è indolore.
Il tipo di operazione consente di ridurre le incidenze d’infezioni e favorisce una più rapida guarigione dell’epitelio.
Dato che è possibile farlo in tutta sicurezza, i trattamenti laser vengono eseguiti, in entrambi gli occhi, durante la stessa seduta, così da creare il minor disagio possibile al paziente.
L’operazione viene eseguita in regime ambulatoriale o in day surgery.
Per quanto rapido, però, si tratta pur sempre di un intervento: è quindi consigliabile rivolgersi a professionisti di comprovata esperienza.

Professionisti nel prendersi cura degli occhi

Clinica Torre Eva è il punto di riferimento per la prevenzione e la cura delle patologie oculari nella Regione Veneto, grazie agli elevati standard tecnologici che impiega sia nella diagnostica che nella chirurgia oculistica.
Si tratta di un poliambulatorio oculistico, inaugurato nel 2013, con struttura extraospedaliera di chirurgia a Mestre (Venezia).
Clinica Torre Eva si occupa della salute degli occhi a 360°, dalle visite di controllo a quelle ortottiche, fino ad arrivare, quando necessario, agli interventi chirurgici, sia per correggere difetti visivi che per risolvere patologie.
È specializzata nella correzione dei difetti refrattivi (miopia, ipermetropia, astigmatismo) con la chirurgia refrattiva laser, nel trattamento della presbiopia e della cataratta e nel trattamento del glaucoma, dello strabismo, di patologie retiniche e nella guarigione dei tessuti corneali.
Il poliambulatorio riserva grande attenzione al benessere dei propri pazienti, ospitandoli in un ambiente gradevole e accogliente e garantendo loro massima trasparenza ed etica professionale.
Per conoscere meglio tutti i servizi ciò che la Clinica Torre Eva offre, è possibile visitare il sito o la pagina Facebook.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dare l’addio a occhiali e lenti a contatto? Ora è possibile

VeneziaToday è in caricamento