Comieco, “Fotografa il tuo riciclo aperto”: cosa succede alla carta dopo il cassonetto?

Premiate le classi e gli alunni vincitori del concorso "fotografa il tuo riciclo aperto" organizzato da Comieco. Premiata anche la classe 2e dell'Istituto comprensivo di Noale

© H005

Cosa succede alla carta dopo che è stata gettata nell’apposito cassonetto? Comieco, Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, l’ha voluto spiegare ai più giovani attraverso un concorso che, giunto oramai alla dodicesima edizione, è quasi il cavallo di battaglia del Consorzio. Stiamo parlando del concorso “fotografa il tuo riciclo aperto”. Per tre giorni, dall’11 al 13 aprile, in 96 impianti su tutto il territorio, oltre 18 mila studenti di tutta Italia si sono potuti avvicinare al mondo del riciclo della carta per vedere con i propri occhi “cosa succede dopo il cassonetto”.


 

Poi attraverso lo strumento della fotografia i ragazzi hanno raccontato dal loro punto di vista cosa hanno visto. La fotografia, infatti, ha quella particolare caratteristica di riuscire a spiegare fatti, persone e luoghi in una maniera semplice e contemporaneamente diretta permettendo ai più piccoli di poter affrontare quelle tematiche molto complesse e a volte distanti dalla loro realtà, come ad esempio il riciclo della carta. Dall’Abruzzo alla Lombardia, dal Lazio alla Sicilia, passando per il Veneto e la Puglia: un “viaggio” attraverso le immagini che testimonia una sensibilità crescente da parte dei più giovani verso le tematiche del riciclo e della raccolta differenziata.


 

Il 13 giugno scorso sono state premiate le scuole vincitrici di questo concorso. In modo particolare la classe 2e dell’istituto Comprensivo di Noale ha ricevuto il premio speciale della giuria per il miglior reportage giornalistico.


 

“L’iniziativa Riciclo Aperto si svolge da 12 anni e ha coinvolto 350 mila persone; quest’anno la grande partecipazione è testimoniata oltre che dalle foto, anche dalle attività che le scuole hanno svolto intorno a questo Concorso” ha affermato Carlo Montalbetti, Direttore Generale di Comieco. “Le tante fotografie che ci sono giunte da tutta Italia confermano l’attenzione e la voglia di partecipare attivamente che anche i più giovani riservano alla salvaguardia dell’ambiente”. I premi in denaro del concorso saranno destinati all’acquisto di attrezzature scolastiche o di materiale utile per le attività didattiche.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeneziaToday è in caricamento