Smart City, a Venezia si può fare di più

È stata presentata a Bologna la classifica ICity Rate che misura il grado di smartness delle città italiane. E Venezia a che punto è?

Venezia è nella top ten delle città più intelligenti d’Italia. Lo afferma la classifica ICity Rate realizzata da Icity Lab di Forum PA e presentata a Bologna nel corso di Smart City Exhibition. Questa classifica si pone l’obiettivo di misurare il grado di smartness delle città italiane. Per l’esattezza Venezia si colloca alla decima posizione nella classifica nazionale per smartness, perdendo una posizione rispetto allo scorso anno. Risulta quinta, invece, per quanto riguarda la classifica relativa alle città metropolitane, prima di lei Bologna, Milano, Firenze e Torino.
 

Attraverso 100 indicatori grazie ai quali si sono analizzati ben 103 comuni italiani, questa classifica, giunta alla sua seconda edizione, vuole descrivere la situazione delle nostre città con l’obiettivo di migliorare la qualità dei nostri insediamenti urbani. Tutto ciò analizzando le singole realtà da sei diverse dimensioni: economia, ambiente, mobilità, governance, qualità della vita e capitale sociale . Per quanto riguarda il capoluogo veneto, risulta decima nella dimensione economia, perdendo due posizioni rispetto allo scorso anno; 60esima per quanto riguarda l’ambiente con un netto miglioramento rispetto al 2012 quando era 72esima; 59esima nella dimensione people (64esima nel 2012) e 43esima nel living. Decisamente meglio per la Mobilità e la Governance dove si colloca rispettivamente seconda e nona.
 

Come si legge nella nota di Forum PA questa classifica è molto importante in quanto «misurare e confrontare gli indici di “smartness” di un territorio serve soprattutto a conoscere, non tanto i propri punti di forza, quanto quelli su cui bisogna lavorare di più per migliorare la qualità della vita dei propri cittadini e lo sviluppo del tessuto economico e sociale».
 

C’è però ancora molta strada da fare, non solo per la città di Venezia, e il cammino verso la smart city per i nostri territori è ancora pieno di ostacoli, come sottolinea Gianni Dominici, Direttore Generale di Forum PA: “Non ci troviamo in un momento facile per le città. Per questo l’analisi e il monitoraggio continuo dei territori è un’azione indispensabile per orientare le politiche degli enti locali. In questo senso con ICity Rate non vogliamo fare un elenco di promossi e bocciati, ma capire a che punto sono le nostre città e aiutarle ad andare avanti».
 

Proprio per questo motivo «la classifica, piuttosto che considerarsi un punto di arrivo, vuole essere utile per fotografare lo stato attuale, di partenza dei processi in corso – ha proseguito Gianni Dominici. Utilizzando la metafora delle corse automobilistiche, quella che restituiamo non è la classifica finale ma la griglia di partenza di una gara ancora tutta da correre. Ovviamente in pole position non ci si arriva per caso e le città più avanti nello schieramento sono quelle che possono vantare una preparazione, un’accumulazione importante nei diversi ambiti considerati». 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeneziaToday è in caricamento