Vaporetto educativo, per scoprire i tesori della laguna partendo dall’acqua

Progetto dedicato ai tutti gli studenti veneziani: si tratta di una passeggiata educativa alla scoperta dell'isola di Sant'Erasmo preceduta da un giro in vaporetto per la laguna

Per le loro straordinarie bellezze storiche e naturalistiche, Venezia e l’intera laguna possono essere quasi definite un museo a cielo aperto più che una città. Proprio per la suo conformazione, la laguna veneta può essere considerata vero e proprio scrigno di biodiversità: dal mare alla terraferma, infatti, possiamo incontrare molti habitat caratterizzati da altrettanti specifici componenti animali e vegetali. Dalle zone paludose, alle barene e via fino al mare, questi sono habitat perfetti per molte specie animali e vegetali come il Limonio e il Puccinella.
 

Partendo proprio da questo concetto la società cooperativa Sestante di Venezia e Alilaguna s.p.a con il patrocinio dell’Assessorato alle politiche educative e alla famiglia hanno proposto un modo alternativo, sicuramente inedito, di apprezzare i tesori della città lagunare. In modo particolare il progetto è rivolto agli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado del territorio e prevede la visita della città e soprattutto della laguna a bordo di una imbarcazione.
 

“Vaporetto educativo”, questo è il nome del progetto, partito ieri (e fino al 14 novembre) consiste in una passeggiata educativa alla scoperta dell’isola di Sant’Erasmo preceduta da un giro in vaporetto per la laguna.
 

L’isola di Sant’Erasmo è la più grande isola della laguna e viene anche chiamata l’Orto di Venezia per le sue innumerevoli vigne presenti, che fin dai tempi della Serenissima donavano ottimo vino ai Dogi e che rendono ancora oggi questa isola famosa per il suo vino prelibato. Attualmente l’isola conta 720 residenti e di conseguenza ha moltissimi luoghi inabitati e incontaminati come ad esempio la zona detta “la valle”. Il nome deriva dalla presenza delle “valli da pesca” dove si praticava la vallicultura, un tipo di itticoltura estensiva e che ora sono praticamente inabitati. Un modo unico, quindi, per conoscere la natura selvaggia della laguna veneta e tutto il suo ecosistema.
 

Gli operatori di Sestante spiegheranno in modo particolare ai ragazzi la storia dell’ecosistema lagunare, le maree, il fenomeno dell’acqua alta, i simboli, le leggende, le curiosità e i racconti del mondo lagunare. Due sono gli itinerari previsti come si legge nel sito della cooperativa: il primo con partenza dalle Zattere, canale della Giudecca, canale di San Giorgio, Canale di Sant' Erasmo e ritorno; il secondo con partenza dalle Fondamenta Nove, canale delle Fondamenta Nove, canale di Sant'Erasmo e ritorno.
 

“Questo progetto didattico – ha spiegato l'assessore comunale alle Politiche educative, Tiziana Agostini – offre ai nostri bambini l’occasione di ritrovare e in alcuni casi scoprire Venezia dall’acqua, attraverso itinerari storici, artistici ed ambientali”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeneziaToday è in caricamento