publisher partner
Manifestazioni

L'arte navale torna a casa: tutto pronto per il Salone Nautico 2022 | VIDEO

La nuova edizione del Salone Nautico Venezia si terrà dal 28 maggio al 5 giugno all'interno degli spazi dell'Arsenale

L'arte navale torna a casa per la terza volta: tutto pronto per l'inaugurazione della nuova edizione del Salone Nautico Venezia, ancora una volta ospitato all'interno dell'Arsenale.

Dal 28 maggio al 5 giugno la manifestazione promossa dal Comune di Venezia e realizzata attraverso la società Vela SpA, in collaborazione con la Marina Militare Italiana, verrà riproposta con una serie di iniziative e novità che la renderanno ancor più centrale per il mercato della nautica da diporto. 

Le novità del Salone Nautico Venezia

Come spiegato dal direttore commerciale del Salone Nautico Venezia, Alberto Bozzo: «Sarà un'edizione da record, con il 25% in più di imbarcazioni esposte, che passa da 240 del 2021 a 300, per una lunghezza totale di 2,7 chilometri – lo scorso anno erano 1,8 –. Riconfermato anche il 98% degli espositori, che quest'anno saranno più di duecento, e ci sarà spazio per nuovi cantieri, grandi e piccole imbarcazioni». Allestite anche intere zone dedicate al mondo dell'elettrico e dell'ibrido e un'area in cui saranno ospitate 60 imbarcazioni che presentano soluzioni di "refitting", ossia di conversione da termico a elettrico.

La Riviera principale, inoltre, sarà lunga circa 300 metri, e ospiterà più di 40 imbarcazioni e yacht di grandi dimensioni dei gruppi più importanti a livello internazionale, con le conferme di Ferretti, Azimuth e Absolute, e la partecipazione delle 'new entry' San Lorenzo, Arcadia e Rizzardi. Cinque tese interne (89, 90, 91, 92 e 94) saranno quindi dedicate ad altri cantieri e ad eccellenze artigiane del territorio che si occupano di design e realizzazione di interni per imbarcazioni di lusso.

«Ringrazio i cantieri che danno fiducia al Salone – ha affermato il sindaco Luigi Brugnaro –. Venezia è il palcoscenico migliore per i loro prodotti di eccellenza perché sa unire la tradizione ai temi della modernità. Ringrazio anche la Marina Militare per la continua collaborazione che ci consente di allestire l’Arsenale. Sarà un evento di ricerca tecnologica, innovazione, sperimentazione, design e cultura della nautica: un settore in cui l'Italia primeggia».

Focus sulla sostenibilità

Il fil rouge del Salone sarà ancora una volta la sostenibilità, come evidenziato dal direttore operativo di Vela SpA, Fabrizio D’Oria«Un argomento che vede Venezia in prima linea come candidata mondiale grazie alla sua conformazione che la rende un laboratorio a cielo aperto capace di guardare al futuro promuovendo un modello ambientale. Ci saranno una trentina di convegni che indagheranno i diversi temi legati all’andar per mare in maniera sostenibile». Non a caso, infatti, saranno ben 36 le imbarcazioni elettriche esposte. In aggiunta, la E-regatta tornerà ad animare la manifestazione. 

Come sempre, troverà spazio nel Salone la cantieristica tradizionale veneziana con le barche che ogni giorno servono alla città per vivere, costruite nei cantieri della Laguna con il loro profumo di tradizione ma anche di tecnologia.

I nove giorni di manifestazione saranno anche l’occasione per dare spazio all’intrattenimento con regate e trofei, con programma molto ricco tra cui spiccano manifestazioni motonautiche con l’arrivo della Pavia Venezia e regate con la Salone Nautico Cup, oltre a molte occasioni di relax per le famiglie e i bambini con attività, punti di ristorazione, voga e vela e riscoperta dei luoghi dell’Arsenale.

Video popolari

VeneziaToday è in caricamento