Manifestazioni

Venezia si prepara al Salone Nautico: aumenta il numero degli espositori

I temi ambientali e, in particolare, l'elettrico, fanno crescere le adesioni al Salone Nautico, in programma a Venezia dal 29 maggio al 6 giugno

Il meglio della nautica italiana e internazionale in nove giorni di manifestazione all'Arsenale. Venezia comincia già a prepararsi per la seconda edizione del Salone Nautico, in programma dal 29 maggio al 6 giugno e che ad oggi conta 130 espositori iscritti, tra cantieri e aziende di accessori per la nautica, e oltre 150 barche in acqua. 

«Lo slogan “L’arte navale torna a casa” farà, anche quest'anno, da filo conduttore ad un Salone che, a tre mesi dall'apertura ufficiale, già dimostra di superare i risultati del 2019 - commenta il Sindaco Luigi Brugnaro, ideatore e primo promotore dell’evento - E così, dopo lo stop imposto dalla pandemia per l'edizione 2020, tutto è pronto perché tradizione e innovazione, ingegneria e eco-sostenibilità tornino ad essere protagoniste nella 9 giorni di esposizione nella caratteristica cornice dell'Arsenale. Grazie agli importanti lavori realizzati per la sistemazione delle Tese -raddoppiati gli spazi espositivi rispetto al 2019 - e gli investimenti per attrezzare l'intera area, ora siamo nuovamente pronti ad ospitare le eccellenze della nautica mondiale».

Il programma

I temi di approfondimento per questa nuova edizione sono la sostenibilità e l'impatto ambientale, yacht a vela e motor yacht. In più, il programma prevede la prima regata Full Electric denominata “E Regatta”, con prove di “endurance”, agilità e velocità. Sarà inoltre creata un’area dedicata denominata E-Village, dove esporranno le aziende dell’indotto delle propulsioni elettriche ed eco sostenibili. Un invito che sta già raccogliendo il 50 per cento in più delle imbarcazioni in acqua rispetto al numero complessivo raggiunto nel 2019 e oltre il 20 per cento in più degli espositori. “Un importante risultato che contiamo di ampliare così da rendere questa edizione del Salone Nautico veramente eccezionale - conclude Brugnaro - E' una sfida, quella dell’ibridizzazione dei motori o del passaggio al full-electric, che al Salone diventerà realtà, con la presentazione di nuovi modelli. Comune e Città metropolitana di Venezia hanno già stanziato 1,5 milioni di euro per la transizione a motori ad emissioni ridotte e/o zero».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia si prepara al Salone Nautico: aumenta il numero degli espositori

VeneziaToday è in caricamento