Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

L'Eurocup resta un sogno: la Joventut Badalona spinge fuori la Reyer

La sconfitta, arrivata ancora in piena emergenza infortuni, decreta l'uscita dalla coppa

L’Umana Reyer è matematicamente fuori dalla Top 16 di 7Days Eurocup. Ma gli orogranata, ancora una volta in emergenza estrema, mettono in evidenza il carattere e le qualità dei loro giovani, uscendo assolutamente a testa alta dalla sfida con la capolista del Gruppo A, la Joventut Badalona che espugna il Taliercio 75-89.

Primo tempo

,Senza Tonut, Cerella, Mazzola e Watt, con Vidmar affaticato e Bramos che stringe i denti per partire un quintetto, gli orogranata (in campo con De Nicolao, Chappell, Bramos, Daye e Fotu) partono bene. Fotu e un tap-in di Bramos danno il 4-1 all’1’30”, poi l’ottima difesa a zona 3-2 limita gli spagnoli. Cinque di Fotu portano il punteggio sul 9-5 al 2’30”, Daye su assist di Bramos e una tripla del capitano determinano l’allungo sul 14-5 al 4’30”, con la panchina ospite costretta al time out. Badalona, con le triple di Lopez-Arostegui e Ribas torna però bene sul parquet ed è coach De Raffaele a chiamare rime out dopo il pareggio a quota 19 all’8’. L’Umana Reyer torna in vantaggio col giovane Biancotto, anche se è Birgander il protagonista del finale di quarto per il 21-24 Joventut.
La panchina orogranata prova qualche rotazione, dando spazio ai giovani, ma Badalona è entrata in partita e, sfruttando le difficoltà offensive veneziane (solo un canestro di Fotu dopo rimbalzo offensivo e uno di Chappell nella prima metà di quarto) allunga sul 25-41 a metà periodo. Daye torna a muovere il punteggio dalla lunetta dopo 2’30”, ma la tripla di Zagars aggiorna il massimo vantaggio spagnolo sul 26-44 al 16’. I liberi di Casarin e De Nicolao rispondono ai canestri ospiti, poi Stone mette la tripla frontale del 33-48 all’8’30” dopo rimbalzo offensivo di Stone. Il +15, sul 35-50, è anche il distacco tra le due squadre all’intervallo lungo, dopo il canestro finale di Chappell.

Secondo tempo

La Joventut prova ad allungare ulteriormente in avvio di ripresa (39-58 al 23’), con Fotu a caricarsi sulle spalle l’attacco dell’Umana Reyer. La tripla di Daye riavvicina gli orogranata a -16 (44-60) al 23’30”, poi arriva il quarto fallo di Fotu e il tecnico a Chappell, che permette a Ribas di aggiornare il massimo divario: 46-67 al 27’30”. Ma gli orogranata non mollano e ripartono dal canestro rovesciato di Biancotto su contropiede di Stone, seguito dall’altro contropiede Biancotto-Casarin e dalla tripla finale di Stone per il 53-68.
Con un quintetto che vede in campo contemporaneamente i tre giovani, la zona press a tutto campo e le triple di Stone e Biancotto portano l’Umana Reyer addirittura a -10 (59-69) al 31’. Tomic e Dimitrijevic ristabiliscono le distanze per Badalona, con Lopez-Arostegui che completa l’allungo fino al 61-79 del 34’30”. Gli orogranata hanno comunque il merito di non mollare: Casarin mette a metà quarto la tripla del 66-79, poi segnano dall’arco anche Fotu e D’Ercole (72-85 al 38’) e di nuovo Casarin (75-87 al 39’), con l’ultimo canestro di Parrado che fissa il finale sul 75-89.

Parziali: 21-24; 35-50; 53-68

Umana Reyer: Casarin 12, Stone 9, Bramos 5, Daye 11, De Nicolao 2, Vidmar ne, Chappell 6, D’Ercole 3, Possamai, Biancotto 7, Fotu 20. All. De Raffaele.
Joventut: Dimitrijevic 10, Ribas 11, Lopez-Arostegui 8, Morgan 10, Brodziansky 10, Parrado 2, Ventura ne, Bassas 12, Zagars 4, Birgander 5, Parra 2, Tomic 15. All. Duran

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Eurocup resta un sogno: la Joventut Badalona spinge fuori la Reyer

VeneziaToday è in caricamento