Sport

Reyer tra stanchezza e infortuni: con Trento perde ma esce a testa club

Contro la Dolomia Energia gli orogranata devono arrendersi: 71-79 il finale

Una nuova prova di cuore di un’Umana Reyer sempre incerottata non è sufficiente per coronare la rimonta contro la Dolomiti Energia Trentino, che espugna il Taliercio 71-79.

Primo tempo

Stone stringe i denti ed è della partita, ma restano indisponibili Tonut, Cerella, Mazzola e Watt, con Casarin, Chappell, Bramos, Fotu e Vidmar in quintetto. Dopo i liberi di Forray, il primo canestro orogranata è di Bramos dopo 1’30”. La partita resta in equilibrio fino al 3’ (4-4 con i liberi di Fotu), poi Trento allunga sul 4-12 al 4’30”, con un parziale di 0-8 non interrotto dal time out degli orogranata, che pagano le troppe palle perse. La reazione d’orgoglio si concretizza in un 6-0 firmato da Bramos, Daye e Fotu (10-12 al 6’30”). La Dolomiti esce bene dal time out con uno 0-7 per il nuovo massimo margine (10-19 al 7’30”). La tripla di De Nicolao e un libero seguito da canestro di Fotu (grazie al rimbalzo offensivo di Stone) valgono il 16-19, ma l’incredibile tripla da oltre metà campo di Sanders chiude il primo quarto sul 16-22. Si segna con il contagocce in avvio di secondo periodo: al 14’ è 18-25, poi Trento allunga sul 18-30 al 14’30”. La tripla di Stone a metà quarto (21-30) interrompe l’astinenza offensiva dell’Umana Reyer durata oltre 4’, anche se gli ospiti aggiornano il massimo margine al 16’30”: 23-37. Un parziale di 7-2 (tripla di De Nicolao, canestro di Bramos e 2/3 dalla lunetta di Daye) riavvicina gli orogranata sotto la doppia cifra di ritardo (30-39) al 18’, ma il finale è trentino, con Williams che concretizza il 32-45 in un primo tempo in cui gli orogranata pagano il conto delle palle perse (16-0!), visto che tirano meglio degli avversari (55% contro 46%) e prendono quasi il doppio dei rimbalzi (21-11).

Secondo tempo

Il secondo tempo inizia con due liberi di Fotu, ma è Trento ad allungare ulteriormente il margine: 34-52 al 23’. Coach De Raffaele chiama time out e la risposta è un 5-0 firmato da Casarin (2+1) e Daye. Il parziale arriva a 10-2 con il canestro Fotu, la tripla di Daye e il libero ancora di Fotu per il 45-54 al 27’. Daye viene pescato al quarto fallo in attacco, poi Mezzanotte e Bramos si rispondono da 3 (48-57 al 27’30”). L’Umana Reyer arriva anche a -5 (54-59), a 9” dall’ultimo intervallo, con la schiacciata di Vidmar dopo la nuova tripla di Bramos, infine Browne mette i liberi del 54-61. Fotu rifà -5 al 31’30” (56-61), anche se arriva un nuovo allungo ospite: 0-7 e 56-68 al 34’. Dal 58-70 di metà periodo, la risposta orogranata è il 6-0 con due liberi di Casarin, il libero (sul tecnico per flopping che costa il quinto fallo a Forray) e la tripla di Bramos: 64-70 al 37’. Il finale, dopo il time out di Brienza, è ad alta tensione. De Nicolao viene espulso dopo un dubbio tecnico per flopping, l’instant replay richiesto da De Raffaele non inverte la palla persa da Casarin (decisione corretta), ma nemmeno convalida il canestro dello stesso Casarin (decisione dubbia), con solo due liberi, peraltro entrambi sbagliati, a -1’22”. Casarin che poi esce per un dubbio quinto fallo al 39’ (64-73). Ma l’Umana Reyer è ancora viva. Stone da 3 a 56” dalla fine (67-73), Bramos 1/1 ai liberi sul tecnico a Williams dopo la schiacciata del 67-75 e Daye da 3 a 29” dalla sirena riaprono i giochi sul 71-75. Pascolo sbaglia due liberi sul fallo sistematico di Fotu a -28”, poi però gli arbitri non ravvisano nessun contatto sanzionabile in una prolungata azione sotto il canestro trentino, con Chappell costretto a fermare Trento col fallo a -10”. De Raffaele protesta e rimedia il tecnico, Browne sbaglia il tiro libero, ma non i due per il fallo subito, infine Sanders recupera palla e sulla sirena chiude 71-79.

Parziali: 16-22; 32-45; 54-61

Umana Reyer: Casarin 5, Stone 6, Bramos 19, Daye 14, De Nicolao 6, Vidmar 5, Chappell 2, D’Ercole, Possamai ne, Minincleri ne, Fotu 14, Biancotto ne. All. De Raffaele.
Dolomiti: Martin 11, Jovanovic ne, Pascolo 3, Conti, Browne 24, Forray 6, Sanders 10, Mezzanotte 3, Williams 22, Ladurner, Lechthaler ne. All. Brienza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reyer tra stanchezza e infortuni: con Trento perde ma esce a testa club

VeneziaToday è in caricamento