Acqua San Bernardo Cantù-Umana Reyer: risultato partita oggi 23 dicembre 2018

L’Umana Reyer continua in campionato il cammino esterno fatto di sole vittorie, allungando a +4 il margine sulle terze in classifica grazie al rotondo 71-93 con cui sbanca il Pala Banco Desio

Un momento della gara (foto: reyer.it)

L’Umana Reyer continua in campionato il cammino esterno fatto di sole vittorie, allungando a +4 il margine sulle terze in classifica grazie al rotondo 71-93 con cui sbanca il Pala Banco Desio, infliggendo all’Acqua San Bernardo Cantù la settima sconfitta consecutiva al termine di una partita di grande maturità e grande solidità di squadra (30 assist, record del Club). Una vittoria che, con quattro turni d’anticipo sulla fine del girone d’andata, vale anche la qualificazione matematica alle Final Eight di Coppa Italia.

Primo tempo

Le scelte di coach De Raffaele nella rotazione degli stranieri vanno su Washington, preferito a Vidmar, con il centro sloveno sostituito in quintetto da Biligha (confermati invece Haynes, Stone, Bramos e Daye. Si parte con grande precisione su entrambi i fronti. Stone è ispirato al tiro (due triple) e ben accompagnato da Daye (schiacciata) e Biligha per il 7-10 al 3′. Cantù rimane a contatto fino al 13-14, poi il gioco di squadra orogranata consente il primo allungo sul 13-19 al 6’30” (tripla di Haynes). La difesa veneziana costringe i padroni di casa a tre palle perse (contro nessuna), così, con le triple di Bramos prima e Cerella poi arriva il primo vantaggio in doppia cifra (18-29) nell’ultimo minuto di un quarto che l’Umana Reyer chiude avanti 20-29, tirando 5/8 da 2, 6/8 da 3 e servendo 9 assist. La schiacciata di Watt su assist di Giuri apre il secondo parziale, poi, al 12’30”, arriva il terzo fallo di Gaines, top scorer del match. E’ Watt, nel frangente, ad esaltarsi, sia in attacco che in difesa (grande stoppata su Udanoh) e il centro, dopo un rimbalzo offensivo di Washington, riscrive il massimo margine sul 23-37 al 14′. L’attacco veneziano rallenta e Cantù prova a rientrare, dimezzando il ritardo al 17′ (33-40), ma bastano pochi secondi a Biligha e Haynes (schiacciata in contropiede) per ristabilire le distanze, con Bramos che, dopo il time out lombardo, completa il break di 0-7 per il 33-47 al 19′. Nell’ultimo minuto, un libero di Mitchell e la schiacciata finale di Udanoh mandano poi le squadre all’intervallo lungo sul 36-47.

Secondo tempo

Si riparte con Stone protagonista di ben tre recuperi su rimesse dal fondo di Cantù ed Haynes e Bramos che riscrivono il +14 (38-52 al 22′). Dopo il terzo fallo prima di Biligha e poi di Haynes, è Daye a trasformare in moneta sonante la grande difesa di squadra dell’Umana Reyer: sono tre le triple consecutive del numero 9, che portano la percentuale di squadra dall’arco a 11/17 (a fine periodo sarà 12/19, con 5/7 solo nei primi 10′ di ripresa) e costringono la panchina di casa al time out sul 42-61 al 26′. Con una grande azione di squadra, Watt schiaccia il 44-53 al 26’30”, poi un’altra tripla, di Bramos, vale il 47-68 al 28′. Cantù, in contropiede, infila un break di 6-0 (53-68), poi sempre Bramos chiude il quarto sul 53-70. L’inerzia non cambia nemmeno nell’ultimo periodo, che si apre con il canestro di Washington allo scadere dei 24” e la tripla di Giuri su assist di Stone (con poi una bella stoppata difensiva di Biligha). Cantù ha un sussulto verso metà quarto, quando fallisce la tripla del -12 sul 61-76, ma la risposta orogranata è un altro 0-7, che diventa 2-12 con la seconda tripla consecutiva di Giuri (63-88 al 37’30”). Ormai la partita è decisa, anche se l’Umana Reyer continua a giocare fino alla fine e, di fronte al tentativo dei padroni di casa di contenere il divario sotto i 20 punti, Cantù non riesce a centrare nemmeno questo obiettivo, dopo la nuova tripla di Giuri e il libero di Mazzola che chiudono il match sul 71-93.

Parziali: 20-29; 36-47; 53-70

Acqua San Bernardo: Gaines 25, Mitchell 5, Blakes 13, Udanoh 12, Baparapé ne, Parrillo ne, Davis 6, Tassone, La Torre, Pappalardo ne, Quaglia ne, Jefferson 10. All. Pashutin
Umana Reyer: Haynes 9, Stone 8, Bramos 21, Tonut ne, Daye 14, De Nicolao, Washington 3, Biligha 5, Giuri 12, Mazzola 1, Cerella 3, Watt 17. All. De Raffaele.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

Torna su
VeneziaToday è in caricamento