rotate-mobile
Sport

"Diga" brasiliana e la baby promessa: l'Unione rifa il trucco alla difesa

La società ufficializza l'arrivo di Jefferson Alves Oliveira, 22enne dall'Udinese. Sarà in prestito fino a fine stagione. Dalla Fiorentina arriva il terzino sinistro 16enne Luca Zanon

Diga brasiliana per la difesa arancioneroverde. L'Unione Venezia, infatti, ha ufficializzato l'accordo con l'Udinese per il trasferimento in prestito del difensore centrale Jefferson Alves Oliveira. Il 22enne rimarrà in laguna fino al termine di questa stagione. Continuano quindi gli innesti del direttore sportivo Andrea Gazzoli, dopo la decisione di cambiare la guida tecnica della squadra. La scorsa settimana, infatti, l'ex mister Diego Zanin è stato avvicendato da Stefano Sottili, che ha esordito con una vittoria all'ultimo minuto domenica scorsa.

Jefferson Alves Oliveira è stato acquistato nella stagione 2010-2011 dall’Udinese e a gennaio 2011 è stato ceduto alla Salernitana, con cui ha collezionato 16 presenze e realizzato 1 gol in Lega Pro 1 oltre ad aver disputato le 4 partite di playoff. Nella stagione 2011-2012 ha militato nelle fila del Modena disputando il campionato di serie B (11 presenze) per poi passare la stagione successiva al Perugia (Lega Pro 1, 8 presenze).

LUCA ZANON - Quello del difensore centrale carioca non è l'unico colpo ufficializzato oggi. Dalla Fiorentina, infatti, arriva in prestito con diritto di riscatto il 16enne terzino sinistro Andrea Zanon.  “E' un atleta di molta corsa che sin qui ha collezionato 10 presenze e due assist. Per caratteristiche si può adattare anche a centrocampo - spiega il ds Gazzoli - È un ragazzo di buona famiglia e ottimo fuori dal campo, caratteristiche che la Fiorentina richiede molto per i giovani. Sono particolarmente contento di questa operazione che sono sicuro rappresenti una grande chance per il ragazzo e che mi auguro possa essere l’inizio, per l’Unione Venezia, di una fruttuosa collaborazione con la Fiorentina".

Intanto la Curva Sud VeneziaMestre in una nota mette nel mirino l'operato del ds Gazzoli: "Sul suo operato al giorno d'oggi ancora non vediamo chiarezza - spiegano i tifosi spiegando il motivo di alcuni cori poco "calorosi" partiti allo stadio durante l'ultima partita - Se è pur vero del ritardo con cui gli è stato affidato l'incarico è altrettanto vero che dopo più di metà stagione non si è ancora calato nella realtà cittadina e rimane distante, non solo metaforicamente, anni luce dalle richieste della tifoseria. Chiediamo - conclude il gruppo del tifo organizzato - una serie di attenzioni e aperture verso le iniziative rivolte a far rinascere l'entusiasmo e la partecipazione dei tifosi verso l'unica e storica squadra di calcio che rappresenta Venezia e Mestre".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Diga" brasiliana e la baby promessa: l'Unione rifa il trucco alla difesa

VeneziaToday è in caricamento