menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esame superato: il Penzo sarà pronto per il prossimo campionato

La commissione competente martedì mattina ha passato in rassegna l'intero impianto fornendo il proprio nulla osta. L'Unione gioca in laguna

Dopo i poblemi che avevano coinvolto le torri faro e le trasferte forzate a Portogruaro sul finire dell'anno scorso, ora lo stadio Penzo (e soprattutto la società F.B.C. Unione Venezia) può tirare un sospiro di sollievo. E' ufficiale: l'impianto sarà agibile anche per il prossimo campionato di Lega Pro, in attesa che la querelle riguardante il nuovo stadio che il presidente della società Yuri Korablin intende costruire a Tessera si avvii a una conclusione. Nel frattempo si gioca a pallone in laguna, in una struttura che, dopo i grossi problemi del passato, non ha più destato preoccupazione.

Martedì al Penzo il segretario dell'Unione Davide Brendolin ha incontrato per la prefettura i dottori Antonino Gulletta e Giuseppe Romeo, per la questura la dottoressa Barbara Rigo, per i vigili del fuoco l'ingegnere Alessandro Scarpa, per la Provincia l'ingegnere Raffaele Finazzi, per l'Arpav il dottor Gabriele Meggiato e per il Comune di Venezia l'ingegnere Marco Buranelli.

La commissione provinciale di vigilanza ha quindi passato in rassegna le strutture metalliche dell'impianto e ha verificato la messa a terra, la corretta gestione dei flussi dei tifosi durante le operazioni di prefiltraggio e l'efficienza dell'impianto di videosorveglianza. Naturalmente si trattava di un nulla osta necessario per l'iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento