rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Altro

Dopo l’ultimo allenamento i giochi sono fatti

E’ arrivato il gran giorno della gara. Dopo 6 giorni intensi tra prove, allenamenti, riposi e fisioterapia, i ginnasti sono pronti per affrontare il primo giorno di gara

La prima giornata è quella più importante perché è quella in cui ci si gioca l’accesso alle finali di specialità ed alla finale All around. E’ quella gara in cui puoi rischiare di portare un esercizio più sicuro e con meno difficoltà per poi giocarti le carte in finale oppure rischiare da subito con la possibilità di commettere qualche errore di troppo. Queste decisioni sono guidate da tanti fattori ma sono quelle che il ginnasta prende insieme ai tecnici. L’Italia scenderà in campo con una flotta di specialisti e le ambizioni di medaglia sono rivolte alla sbarra, con l’acrobata Carlo Macchini, ed agli anelli con Marco Lodadio che avrà voglia di riscatto dopo la delusione di Tokio.

Aspettando Nicolò

Tra i big ci sarà anche Nicolò Mozzato della SPES. Lo abbiamo visto in prova podio al Cavallo ed alle parallele con la sua solita eleganza. Lo abbiamo visto però un pochino meno sicuro sugli arrivi al Corpo libero….ma questo ci sta. Nicolò è un garista ed in gara da il meglio di sé. Ce l’ha confermato lui stesso in questi giorni confermandoci che la testa sta bene ed il suo livello di concentrazione è alto. L’italia è inserita nella suddivisione 7 ed inizierà al Cavallo con maniglie alle 17.20 ora locale, le 10.20 ora italiana. La diretta della gara sarà in streaming al sito: https://www.twitch.tv/adexincc. La fine dell’ultima rotazione, l’8^, è prevista per le 21.00 ora locale, le 14.00 ora italiana. A quell’ora dovremmo sapere anche i nomi dei finalisti.

Il coach

Gianmatteo Centazzo: “I ragazzi hanno lavorato bene in questi giorni. La gara però fa storia a se. In gara può succedere di tutto. L’importante è che quello che è stato fatto sia stato fatto con criterio e programmazione e cosi è stato. Nicolò sta molto bene. E’ emozionato al punto giusto cosi come lo sono io. Le nostre possibilità di medaglia sono attaccate a Carlo Macchini alla sbarra che in gara farà un esercizio con nota D 6.3 e poi in finale sparerà con 6.7 di partenza nelle difficoltà che non ha nessuno. Buone prospettive anche agli anelli con Lodadio e Maresca. La sorpresa  potrebbe venire proprio da Nicolò ma è importante che durante l’esercizio non si commetta il minimo errore compresi gli arrivi che saranno determinanti per la classifica finale. Non ho avuto modo di osservare gli altri perché eravamo sempre in turno con le stesse squadre ma il meglio della ginnastica mondiale è qui e ci siamo anche noi.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l’ultimo allenamento i giochi sono fatti

VeneziaToday è in caricamento