Altro

Tennis, torna il Veneto Open promoted by Regione del Veneto

Terza edizione del torneo WTA 125 Veneto Open, in programma sui campi in erba naturale del Tennis Club Gaiba (Rovigo) dal 16 al 23 giugno 2024

A meno di una settimana dal via, il Veneto Open promoted by Regione del Veneto può svelare tutti i dettagli della terza edizione. Dal nuovo title sponsor d’eccezione, a testimonianza dell’importanza sempre maggiore che il WTA 125 di Gaiba (provincia di Rovigo) riveste per il territorio, ai nomi delle protagoniste attese da domenica 16 giugno nel Polesine, a lottare per il titolo di uno dei soli otto tornei internazionali del circuito maggiore – e unico in Italia – sull’erba naturale.

Il torneo organizzato dal Tennis Club Gaiba sarà di nuovo dotato di 115.000 dollari di montepremi e per la prima volta aprirà alle qualificazioni, con un turno unico (domenica) che metterà in palio gli ultimi quattro posti per il tabellone principale, che si presenta con la bellezza di sette giocatrici fra le prime 100 della classifica WTA. La più in alto di tutte è la veterana tedesca Tatjana Maria, numero 56 del mondo e ormai habitué dell’evento veneto, dove tornerà dopo aver sfiorato il titolo nel 2023 (si arrese in finale alla statunitense Ashlyn Krueger, malgrado un vantaggio di 5-2 nel terzo set). Dietro di lei, fra le top-100 anche la statunitense Bernarda Pera, l’argentina Maria Lourdes Carle, la bulgara Viktoriya Tomova, la spagnola Jessica Bouzas Maneiro e la slovacca Rebecca Sramkova. Da segnalare anche il ritorno a Gaiba della belga Alison Van Uytvanck, vincitrice della prima edizione (2022), e la presenza nell’entry list di tante giovanissime dal futuro assicurato, su tutte la svizzera Celine Naef e la filippina Alexandra Eala, entrambe classe 2005, fra le primissime al mondo da juniores.

Nel main draw ci saranno anche le italiane Sara Errani – finalista nel 2022 e in gara grazie a una wild card – e Lucrezia Stefanini, miglior azzurra a Gaiba lo scorso anno (arrivò ai quarti). Partirà invece dalle qualificazioni la statunitense Robin Montgomery, che nella seconda edizione si spinse fino in semifinale mostrando un tennis dirompente. Ma le possibili protagoniste saranno anche tante altre, in un torneo che ha sempre riservato sorprese e promette spettacolo sin dalle primissime giornate, fino alla finale di domenica 23 giugno. Già partita la corsa al biglietto, con i tagliandi per il campo centrale disponibili sulla biglietteria online Clappit. L’ingresso al club e ai campi secondari, invece, sarà libero. Previste nel corso della settimana anche numerose attività collaterali, a partire dalla cerimonia del sorteggio del tabellone principale al via lunedì: si terrà sabato 15 giugno alle 19.30, sul Centrale, e per la prima volta sarà aperta al pubblico. Un’ulteriore opportunità per vivere a pieno un torneo unico nel suo genere. Sempre capace di lasciare il segno.

Grande soddisfazione da parte del presidente del Veneto Luca Zaia: l'appuntamento, dice, «è un esempio del significato del ‘buttare il cuore oltre l’ostacolo’. Stiamo parlando di Gaiba, un Comune polesano di 970 abitanti che si è inventato un evento sportivo che fa concorrenza a Wimbledon. Va premiata l’idea di osare. Ringrazio ancora gli organizzatori e il territorio che supporta questo torneo, perché questi sforzi sono il vivaio da cui nasceranno i grandi campioni del domani». Angelo Binaghi, presidente Federazione Italiana Tennis e Padel, ricorda che «la presentazione del Veneto Open cade in una giornata per noi indimenticabile, visto che per la prima volta nella storia c’è un italiano al numero uno del mondo, Jannik Sinner. Certi traguardi sono frutto di una programmazione che va avanti da ormai vent’anni e ha fatto sì che il nostro sport, un tempo brutto anatroccolo, potesse diventare il fiore all’occhiello tra le discipline italiane».

?«Siamo orgogliosi di presentare questa terza edizione - aggiunge Elia Arbustini, direttore del Veneto Open -. È un'importante occasione di visibilità per il territorio, sia a livello nazionale che sul panorama internazionale. La nostra passione per il tennis si concretizza in un impegno costante per garantire un'esaltante esperienza di gioco. In quest'ottica, abbiamo investito per migliorare ulteriormente la qualità dei nostri campi, per garantire una superficie ancora più performante capace di esaltare le atlete in gara».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tennis, torna il Veneto Open promoted by Regione del Veneto
VeneziaToday è in caricamento