Altro Jesolo

Ultimo giorno di gare con la categoria under 14 per la la tappa italiana della Youth League di Karate

Gara inserita dalla World Karate Federation nel suo circuito di tappe internazionali e per il primo anno a Jesolo con uno dei 4 appuntamenti mondiali in altrettanti paesi, Messico, Croazia, Cipro e Italia

Oggi ultimo giorno di gare con la categoria under 14 per la la tappa italiana della Youth League, che da mercoledì con la Venice Cup sta animando Jesolo e il Palainvent. Gara inserita dalla  World Karate Federation nel suo circuito di tappe internazionali e per il primo anno a Jesolo con uno dei 4 appuntamenti mondiali in altrettanti paesi, Messico, Croazia, Cipro e Italia.  Fucina di campioni la gara giovanile a livello mondiale ospitata dal comune veneziano.

Youth League

All'ultimo mondiale svoltosi a Dubai la nazionale italiana si è fregiata del titolo assoluto a squadre nel Kumite per la prima volta nella sua storia, affermando un trend positivo che il neo direttore tecnico 6 volte campione del mondo Luca Valdesi racconta con soddisfazione: «La Youth League  è un circuito fondamentale perché diventa il torneo di qualificazione per le olimpiadi giovanili fa parte di queste quattro tappe che girano il mondo diventa indispensabile per i ragazzi se vogliono qualificarsi alle prossime Olimpiadi giovanili. Avere 2500 atleti per questa gara è un grandissimo risultato in quanto è una delle competizioni con maggior numero di partecipanti al mondo nel nostro Sport Oltretutto molte Nazioni utilizzano questa tappa della Youth League per fare le selezioni per i campionati europei giovanili». Bilancio Positivo per Vladi Vardiero Presidente del comitato organizzatore locale che con soddisfazione ha presentato anche il logo dei prossimi campionati mondiali che si svolgeranno in Italia nel 2024 proprio al Palainvent. «Un altro grande evento che conferma l'anima sportiva di Jesolo e la sua capacità organizzativa in contesti che hanno visibilità internazionale - dichiarano il sindaco della Città di Jesolo, Valerio Zoggia, e l'assessore allo Sport, Esterina Idra -. Anche in questi giorni la nostra città si è mostrata viva e accogliente, pienamente attiva nonostante ci troviamo in dicembre inoltrato. Jesolo, insomma, non è solamente sole e mare ma molto di più». Davide Benetello vice presidente Federale, responsabile del settore Karate Fijlkam e membro del consiglio federale WKF (world karate Federation) non ha dubbi «E' un giorno nuovo per il karate italiano, con la vittoria a squadre nell'ultimo mondiale e le medaglie conquistate alle olimpiadi il karate diventa sempre più sport per tutti e vogliamo crescere ancora, manifestazioni come quella di Jesolo fanno bene allo sport e ai giovani, siamo una grande squadra».

Campione olimpico

Nel tardo pomeriggio di sabato è arrivato anche il campione olimpico nel Kumite maschile Luigi Busà, che tra la gioia di atleti e simpatizzanti ha spostato l'attenzione dispensando foto e autografi anche ai giovani atleti venuti dall'estero che increduli della sua presenza  lo hanno circondato d'affetto e ammirazione. “Sono passato a Jesolo per vedere questi giovani che sicuramente saranno dei futuri campioni – ha detto il campione olimpico -  l'organizzazione è bellissima, curata nei minimi dettagli, ho visto un buonissimo livello con l'Italia che fa da padrona. Nazioni che sono venute da molto lontano come Stati Uniti e Tailandia certificano l'importanza di un evento come questo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultimo giorno di gare con la categoria under 14 per la la tappa italiana della Youth League di Karate
VeneziaToday è in caricamento