menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento del match (reyer.it)

Un momento del match (reyer.it)

Big match amaro: fallisce l'assalto della Reyer, resiste il fortino di Milano

Gli orogranata pur giocando una gara corale e aggressiva non riescono a strappare la vittoria nella gara contro l'Armani

Non basta un’ottima prestazione di squadra all’Umana Reyer per espugnare il campo della capolista: Milano vince 88-80, ma gli orogranata traggono ottime indicazioni dalla trasferta al Forum di Assago.

Nella rotazione degli stranieri, il sacrificato da coach De Raffaele è Ortner, con Batista e McGee addirittura in quintetto iniziale con Haynes, Bramos e Peric. La partita si apre con la tripla di Sanders, a cui risponde da 2 Batista, cercato con continuità dai compagni e autore dei primi sei punti orogranata, ma non altrettanto efficace in difesa: l’EA7 vola così sul 14-6 al 4’, con la panchina dell’Umana Reyer che chiama subito time-out. Haynes e Peric riavvicinano con due triple gli orogranata sul 16-12 al 5’30”, ma Milano, quando corre, riesce a mettere in difficoltà gli avversari e torna a +8 (20-12) al 6’30”. L’Umana Reyer, però, sta crescendo e, anche ricorrendo alla zona, riesce a mettere una striscia di 0-13, fino alla tripla di Stone che chiude il primo quarto sul 20-25.

L’inerzia veneziana continua anche in avvio di secondo parziale, con il break che viene allungato fino a 0-19, con Repesa costretto, dopo le triple di Tonut e Filloy, al time-out all’11’ sul 20-31 (e l’Umana Reyer pressoché perfetta, con 8/12 da 2, 5/9 da 3 e una prevalenza per 9-5 a rimbalzo). Da uno scarico di Stone non controllato da Ejim Milano riprende fiducia e rientra progressivamente nel punteggio, visto che, in cinque minuti, gli orogranata trovano solo un canestro di Tonut. Sul 30-33 a metà quarto, è Batista a caricarsi sulle spalle l’attacco in difficoltà dell’Umana Reyer, che così torna a +5 (31-36) al 16’. L’EA7 però non ci sta e, con un’incredibile tripla di Sanders da 8 metri quasi allo scadere dei 24” e la seguente penetrazione di Hickman passa addirittura in vantaggio (40-39) a poco più di 1’ dall’intervallo lungo: è Bramos, con l’azione in fotocopia di quella di un minuto prima (penetrazione di forza), a permettere agli orogranata di chiudere comunque avanti 40-41 dopo 20’.

Con due triple (di Haynes e Peric), l’Umana Reyer riprende cinque punti di vantaggio (42-47) al 22’, anche se arrivano i terzi falli di Peric prima e Bramos (che spende il bonus di squadra dopo 3’) poi. Abass impatta a quota 49 con una tripla al 23’30”, ma l’Umana Reyer riesce in due occasioni a scavare nuovamente un margine di +5: sul 53-58 con la tripla di Filloy a metà quarto e sul 56-61 con quella di Ejim al 26’30”, sulla quale la panchina milanese chiama time-out. Il problema è che, nel finale di periodo, gli orogranata non riescono a trovare più la via del canestro e così l’EA7, pur non segnando più dal campo, sfruttando al meglio il bonus si porta con i liberi sul 64-61, che è anche il punteggio all’ultimo intervallo.

Batista provoca tre falli nella difesa milanese nei primi 2’ e permette alla sua squadra di restare a contatto (66-63), poi Haynes, con una tripla, ridà all’Umana Reyer il -2 al 33’ (68-66), così come Bramos da 2 allo scadere dei 24” al 34’ (70-68), ma Milano trova le bombe di Hickman e Cinciarini ed è sul +8 (76-68) a metà quarto. E’ Peric (7 punti consecutivi) a tenere accesa la fiammella della speranza orogranata (80-75 al 38’), prima dell’uscita per cinque falli di Ejim (sostituito da Tonut per un quintetto bassissimo, con Peric unico lungo). A -1’16” il ferro interno rifiuta la tripla di Bramos e l’instant replay dà la rimessa a Milano per un tocco di Haynes. Cinciarini sbaglia, ma Macvan recupera il rimbalzo offensivo e Sanders sigla l’82-75 a -40”. Dopo il time-out di coach De Raffaele, Filloy trova a -35” il fallo di Cinciarini e, dalla lunetta, trova i liberi dell’82-77. Anche Macvan è preciso dalla lunetta, poi Filloy, da 3, riporta Venezia a -4 (84-80) con 28” da giocare. Sono un paio di palle perse orogranata, insieme ai liberi di Macvan e Simon, a chiudere poi il match sull’88-80.

Parziali: 20-25; 40-41; 64-61

EA7: Mclean 6, Fontecchio ne, Hickman 11, Raduljica 2, Macvan 20, Pascolo 6, Tarczewski 11, Toffali ne, Cinciarini 9, Sanders 12, Abass 7, Simon 4. All. Repesa.
Umana Reyer: Haynes 12, Ejim 7, Peric 17, Stone 3, Bramos 8, Tonut 10, Visconti ne, Filloy 11, Ress, Batista 12, Viggiano, McGee. All. De Raffaele.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riaperture, Zaia non esclude novità dopo il "tagliando" del Governo del 20 aprile

  • Cronaca

    Avm, per la commissione di garanzia la disdetta normativa è corretta

  • Cronaca

    Msc conferma due navi da crociera a Venezia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento