Banco Sardegna Sassari-Reyer risultato partita 3 maggio 2015

Finisce con una sconfitta per gli uomini di coach Recalcati il big match della penultima di regular season: 88-80 nonostante gli orogranata siano stati in palla per metà gara

Un momento del match (foto: reyer.it)

Coach Recalcati non riesce a conquistare contro Sassari la 526 vittoria in serie A: alla penultima di regular season la Reyer, infatti, perde 88-80. E dire che il big match era stato ben condotto per i primi due quarti, poi è salita in cattedra la Banco Sardegna e non c'è stato nulla da fare.

È una Umana Reyer dai due volti quella che esce sconfitta dal campo di Sassari, sempre tabù per gli orogranata. Gli uomini di coach Recalcati sono belli e concreti nei primi due quarti tanto da arrivare a metà gara sul 34-49, quanto imprecisi nella seconda parte pagando a caro prezzo soprattutto un terzo quarto da 26-9. L’Umana può comunque consolarsi con la contemporanea sconfitta di Reggio Emilia a Caserta e con il pensiero che basterà vincere domenica con Capo d’Orlando per conquistare il secondo posto finale.

La novità di giornata è l’assenza di Ortner, fuori per una lombosciatalgia, sostituito da Radic.L’Umana parte subito bene trascinata da Goss e va sul 4-8. Sassari impatta a quota 9 ma poco dopo i liberi di Peric ed un canestro di Goss valgono il nuovo break che porta il risultato sul 12-17. Nuova risposta di Sassari e al 7′ è 17 pari. I sardi sorpassano all’ultimo minuto con Sosa ma subiti arriva la risposta dell’Umana con la tripla di Ress e il canestro di Nelson che vale il 20-24.

Ress apre il secondo quarto con la bomba del più 7 (20-27). Impennata dell’Umana che tirando con il 70 per cento da tre (7/10) si porta sul 22-30 e costringe Sacchetti al time out al 13′. Poi Dulkys realizza il più 10 e Ruzzier il 22-34 e la panchina sarda chiama il suo secondo time out a poca distanza dal primo. Anche i rimbalzi sono significativi: 17-8 per l’Umana. Lawal schioda Sassari da quota 22 al 15′ ma replica la Reyer ancora dall’arco con Jackson (24-37) e poi con Dulkys che realizza la tripla del 25-40 e poi quella del 28-43 per uno straordinario 10 su 14 da tre. Dyson e Sanders riavvicinano i padroni di casa (32-43) prima dell’ennesima tripla di Dulkys per il 34-46 e di quella di Goss per il 34-49 sul quale si va all’intervallo.

Le schiacciate di Peric e Viggiano e la tripla di Logan per Sassari aprono la terza frazione (37-53). Ma dopo aver toccato il massimo svantaggio Sassari risale con Lawal che al 24′ firma il 41-53. L’Umana risponde con il canestro di Goss del 41-55. Complice anche qualche inusuale palla persa di troppo da parte degli orogranata Sassari risale a meno 10 trovando la tripla con Brooks al 25′. Due liberi di Lawal valgono poi il 47-55 e Sanders realizza le due schiacciate che riapre la partita al 27′ sul 51-55. Il break fulmineo dei sardi costringe Recalcati al time out. L’Umana non si schioda da quota 55 e viene punti con la tripla di Dyson per il 54-55. Il sorpasso arriva inesorabile al 28′ (56-55). Due liberi di Dyson valgono il più tre per i sardi (24-6 il parziale del periodo) prima che Goss sblocchi gli orogranata impattando con la tripla a quota 58. Il terzo quarto, tutto di marca sarda, si chiude così sul 60-58.

Sassari va sul più tre in apertura di ultima frazione. Risponde Radic con due liberi ma l’inerzia è tutta dei padroni di casa che trovano con Sosa la bomba del 66-60. I sardi trovano fiducia e con Sanders realizzano il gioco da tre punti chr vale il 71-62 a 7′ dal termine. Dulkys risponde con la tripla ma subito replica Kadji dall’arco e i punti da recuperare restano nove. Ancora Kadji realizza da tre e l’Umana scivola a meno 12 a 4′ dal termine. La tripla di Goss vale il 79-70 quando mancano tre minuti alla fine. Il Banco non deve far altro che amministrare il vantaggio perché quando Goss trova il canestro del meno 7 manca solo un minuto. La partita finisce così sull’88-80 per i sardi.

TABELLINO: Goss 22 pt Dulkys 17pt Stone 11rimb Radic 7rimb Peric 6ast Stone 4ast

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

Torna su
VeneziaToday è in caricamento