rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Basket

Il progetto Reyer Baby va a gonfie vele: festeggiati i 135.000 kit distribuiti

L'iniziativa nata nel 2007 prevede la consegna gratuita a tutti i neonati del territorio metropolitano del cofanetto “Benvenuto al mondo“

Il Progetto Reyer Baby supera quota 135.000 kit per neonati distribuiti in diciassette anni di attività. Ieri sera, nella suggestiva location del Bowling Iguazù a Mirano, si è tenuto un evento dedicato a tutti i protagonisti di questo importante progetto sociale e culturale orogranata.

La serata conviviale è stata dedicata ad ostetriche, capo sala e primari dei reparti di ostetricia-ginecologia, e ai Direttori Generali delle ULSS di cui fanno parte gli ospedali SS. Giovanni e Paolo di Venezia, Dell’Angelo di Mestre, Padova, Mirano, Chioggia, San Donà di Piave, Camposampiero, Oderzo e Portogruaro.

L'evento è stato caratterizzato da una cena informale e, soprattutto, dalle sfide a bowling che hanno visto sfidarsi i protagonisti dei nosocomi con le giocatrici e i giocatori dell'Umana Reyer. Con questo evento, inoltre, la società orogranata ha voluto omaggiare Direttori Generali, i primari, le capo sala e le ostetriche, con cadeau Reyer, Salviati e Alessi.

L'evento, dopo il grande successo dell'edizione 2023, è stato riproposto al bowling di Mirano, in un'atmosfera di festa, armonia e condivisione. Il team rappresentante il reparto di Ostetricia-Ginecologia dell'Ospedale dell'Angelo di Mestre ha alzato la coppa del torneo di bowling, superando allo spareggio le campionesse in carica di San Donà di Piave.

Una serata di team building per tutti i presenti, giocatrici, giocatori, allenatori e dirigenti compresi.

Il Progetto Reyer Baby

Reyer Baby è un progetto dell’Umana Reyer avviato nella primavera del 2007. Un’iniziativa pensata e fortemente voluta dalla società sportiva orogranata che prevede la consegna gratuita a tutti i neonati presso le strutture ospedaliere del territorio metropolitano del cofanetto “Benvenuto al mondo“.

Il cofanetto contiene una maglietta da neonato della Reyer, una lettera di descrizione dell’iniziativa, in cui si promuovono i sani valori dello sport, tradotta in inglese, francese, rumeno, cinese e arabo, dove i genitori trovano le indicazioni per sottoscrivere una tessera Baby Supporter.

La tessera Baby supporter consente l’ingresso gratuito alle partite delle prime squadre dell’Umana Reyer per il bambino ed è valida fino al compimento del 12° anno di età.

17 anni di progetto

2007 Consegna primo Kit Reyer Baby ad ospedali Venezia, Mestre, Dolo, Mirano e Chioggia
2008 4000 kit distribuiti e ingresso ospedali San Donà, Camposampiero e Oderzo,
2010 16.000 kit distribuiti
2013 50.000 kit distribuiti e ingresso ospedale di Padova
2015 65.000 kit e ingresso ospedale Portogruaro
2016 80.00 kit distribuiti
2019 105.000 kit distribuiti
2024 135.000 kit distribuiti

Mission

Benvenuto alla vita. Reyer Baby dà il benvenuto ai neonati attraverso un sano messaggio di sport, con l’auspicio che si avvicinino fin dalla tenera età alle discipline sportive, promuovendo, inoltre, valori come la lealtà, il gioco di squadra, il senso di responsabilità e lo spirito di collaborazione, utili tanto nello sport quanto nella vita.

Trasversalità geografica

La Reyer diventa quindi simbolo trasversale di aggregazione che si rivolge sempre più al territorio metropolitano. Nel progetto sono infatti coinvolti la Città Metropolitana di Venezia e le province di Padova e Treviso.

Messaggio di integrazione sociale

La lettera de benvenuto tradotta in cinque lingue diverse, inglese, francese, rumeno cinese e arabo, vuole dare un messaggio di inclusione indipendentemente dalle diverse culture e nazionalità dei neonati e delle loro famiglie. L'integrazione è uno dei valori fondamentali dello sport.

Approccio allo sport

Grazie a Reyer Baby il neonato potrà partecipare agli eventi dal vivo dell'Umana Reyer gratuitamente fino al dodicesimo anno di età.
Sguardo al futuro. Con Reyer Baby l’Umana Reyer si rivolge continuamente al futuro della propria comunità, sin dalla nascita.

9 Ospedali coinvolti

Il progetto Reyer Baby è reso possibile grazie alla preziosa collaborazione dei reparti di Ostetricia – Ginecologia degli ospedali del territorio. Aderiscono al Progetto gli ospedali: SS. Giovanni e Paolo di Venezia, dell’Angelo di Mestre, Mirano, Chioggia, San Donà di Piave, Portogruaro, Camposampiero, Oderzo e Padova varcando quindi i confini veneziani per arrivare al territorio metropolitano di Venezia, Padova e Treviso.

I protagonisti

Reyer Baby è un progetto che esiste grazie alla collaborazione e alla dedizione dei Direttori Generali delle ULSS coinvolte, dei primari di reparto, le caposala e tutte le ostetriche che ogni giorno consegnano i kit alle famiglie nel giorno delle dimissioni dall’ospedale. E’ dunque doveroso ringraziare tutti coloro che contribuiscono a questo grande progetto credendo fortemente nello sport e nei suoi valori.

Sguardo al futuro

Reyer Baby è l'unico progetto capace di coinvolgere tutti i neonati e tutte le famiglie del territorio.
Il kit viene distribuito a tutti nel giorno delle dimissioni della madre nei 9 ospedali del territorio dove opera Reyer.

È un progetto che guarda continuamente al futuro e alle nuove generazioni di cittadini e tifosi.
Il messaggio di vicinanza e benvenuto in un momento unico e gioioso come la nascita di un bambino crea empatia con la famiglia e un primo legame con il neonato che ha diritto a una tessera Baby Supporter che gli consentirà di entrare gratuitamente alle partite fino a 12 anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il progetto Reyer Baby va a gonfie vele: festeggiati i 135.000 kit distribuiti

VeneziaToday è in caricamento