rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Basket

Granger e Sima si presentano: «Qui per il progetto e l'ambizione del club»

I due nuovi acquisti della Reyer hanno parlato alla stampa al Taliercio: per entrambi fondamentale nella scelta la solidità orogranata e gli obiettivi della società

Sono stati presentati al Palasport Taliercio Jayson Granger e Yankuba Sima, i due nuovi acquisti dell’Umana Reyer maschile. 

Jayson Granger

Jayson Granger, un playmaker-guardia di origine uruguaiana. Corteggiato da molte squadre di Eurolega e Eurocup, alla fine ha scelto la Reyer: «Cercavo una situazione in cui potermi godere al meglio la pallacanestro, per me e per la mia famiglia. Ho quindi parlato ovviamente diverse volte con la società e con il coach e mi è stato presentato un bel progetto, un progetto ambizioso, che punta a raggiungere risultati importanti. E sicuramente, vedendo quel che ha fatto la Reyer in passato come club, e vedendo come ha lavorato bene lo staff tecnico in questi anni, poteva essere la soluzione ideale per me. Poi, ovviamente, Venezia è Venezia, è la prima volta che sono in Italia: tutta una serie di situazioni che mi hanno portato ad accettare questa sfida. Ma io, di base, sono uno che vuole vincere, che vuole competere, quindi è questo l’obiettivo con cui sono arrivato qui. Questo inizio, questo primo impatto con questa nuova realtà, è stato ottimo. Sono stato accolto molto bene da tutta l’organizzazione dell’Umana Reyer che ringrazio e mi trovo davvero bene con i nuovi compagni. È chiaro che ci servirà tempo, perché siamo una squadra totalmente nuova, però stiamo lavorando nel modo giusto, stiamo già costruendo qualcosa di importante e soprattutto non vediamo l’ora di crescere e di diventare una squadra importante da tutti i punti di vista». 

Yankuba Sima

Yankuba Sima, spagnolo, gioca nel ruolo di centro e per la prima volta giocherà lontano da casa: «Ho scelto Venezia perché è per me una grande sfida, una situazione che mi permette di fare un passo avanti nella mia carriera. Arrivo in uno dei migliori club in Italia e sono grato che mi abbia voluto fortemente, un club che ha ambizioni di fare ulteriori step. Ho fatto quattro anni già di buon livello, con anche esperienze importanti a livello europeo, a Manresa. Ma, per me, è importante avere nuovi stimoli. Ho parlato molto con il coach e lo staff per quello che poteva essere il programma di Reyer. E poi, dopo aver ricevuto le informazioni dai diretti interessati, ho fatto ricerche sul club, sulla società, sul metodo di lavoro che c’è qui e si conforma molto a quello che sono io: la volontà di migliorare, la mentalità, la volontà di raggiungere traguardi importanti e di mettersi a disposizione per un qualcosa di grande e di comune. Fuori dal campo, credo di essere una persona normalissima, che ama vivere in maniera tranquilla ed educata».

granger-scrimmage-reyer-verona-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Granger e Sima si presentano: «Qui per il progetto e l'ambizione del club»

VeneziaToday è in caricamento