Bestagno rinnova: la stacanovista orogranata, disputerà la sua quarta stagione con la Reyer

Nell’ultima stagione ha totalizzato 20 presenze in campionato: in tre stagioni con l’Umana Reyer “Best” non ha mai saltato una partita

L’Umana Reyer è lieta di comunicare che Martina Bestagno vestirà per la quarta stagione consecutiva la maglia orogranata.
Bestagno, ala/centro di 189 cm, nata a Sanremo il 14 agosto 1990, nell’ultima stagione ha totalizzato 20 presenze in campionato, migliorando ulteriormente le sue cifre con 10,8 punti e 4,6 rimbalzi a partita in Serie A. In tre stagioni con l’Umana Reyer “Best” è stata una vera e propria stacanovista del parquet perché non ha mai saltato una partita: 124 incontri ufficiali su 124!

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le sue parole

«Sono molto contenta di giocare un altro anno in Reyer e onestamente faccio fatica a vedermi in un’altra squadra – le parole di Bestagno – Sto bene, è una società con un alto livello di struttura, organizzazione e persone. Voglio ringraziare il Presidente Federico Casarin perché ogni conferma è un attestato di fiducia. Sono molto contenta di non aver mai saltato una partita, ma il merito lo devo condividere con Davide Rocco, Alvaro Grespan, i fisioterapisti e tutto lo staff che ci segue sempre. La Reyer ha una struttura che aiuta a prevenire gli infortuni e a smaltire rapidamente gli acciacchi. Non vedo l’ora di iniziare, la passata stagione stava entrando nella fase clou e noi eravamo in forma, la chiusura improvvisa di tutto mi ha rattristato molto e mi è dispiaciuto non riuscire neanche a salutare bene tutti. Voglio salutare i nostri tifosi perché al di la del basket sono la cosa che mi manca di più. In campo cerco di essere una guerriera, so di non essere la più forte e nemmeno la più dotata nel mio ruolo però sopperisco arrangiandomi e adattandomi alle situazioni. In questo mi sento molto in sintonia con lo spirito veneziano che non molla mai ed è sempre pronto a rialzarsi e rimboccarsi le maniche. Dunque duri i banchi e ci vediamo presto!».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Carte false per mantenere in famiglia la licenza di taxi acqueo: denunciati padre e figlia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento