menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Reyer si squaglia ancora nell'ultimo quarto: la capolista Brescia continua la sua marcia

Gli orogranata in trasferta non riescono a fare il colpaccio, anche se al termine del terzo quarto il punteggio era in parità. Poi un lungo black out che ha cambiato l'inerzia del match

Non riesce alla Reyer il colpaccio sul campo della capolista: la Germani Brescia riscatta la prima sconfitta stagionale vincendo 90-71 il big match al PalaGeorge di Montichiari. La bella sorpresa è il ritorno tra i giocatori a referto di Jenkins, con il quintetto iniziale che vede in campo Haynes, Johnson, Cerella, Orelik e Watt. L’approccio al match degli orogranata è perfetto: dopo tre rimbalzi offensivi di squadra, Orelik sblocca il punteggio dalla lunetta, poi, dopo il pareggio di Hunt, ancora Orelik, Haynes (2/2 ai liberi) e di nuovo il lituano con una tripla allungano sul 2-9 al 2′. Per Brescia prova a rispondere ancora Hunt, ma Haynes punisce anche dall’arco (4-12 al 3′), poi sono due tagli di Cerella (imbeccato da Watt e Orelik) a dare il vantaggio in doppia cifra (6-16) con time out bresciano dopo 4′. L’Umana Reyer difende bene e gioca di squadra e, con una schiacciata di Watt sull’ennesimo assist (di Johnson), è 8-20 al 6′. Gli orogranata mantengono dieci punti di vantaggio fino al 7’30” (12-22), quando torna in campo Jenkins, poi la zona di Brescia inizia a funzionare e i padroni di casa si riavvicinano fino al 19-22 al 9′, anche se un gioco da tre punti di Tonut chiude il primo quarto sul 19-25.

Secondo quarto

In avvio di secondo periodo fanno il loro ingresso nella partita Peric e Green, così come l’ex Ortner e Sacchetti, ma è Bushati il protagonista: alla sua prima tripla risponde, sempre da 3, Tonut, così come Biligha, con un bel movimento da sotto, impatta i liberi dell’albanese (24-30 al 12′). Il centro azzurro stoppa però irregolarmente due volte Bushati e, anche grazie a un tap-in di Ortner, al 14′ è 30-32. Moss corona la rimonta dei padroni di casa a metà quarto, ma la risposta dell’Umana Reyer è pronta e perentoria: tripla di Johnson e schiacciata di Peric (su recupero difensivo di Haynes) e, dopo neanche 20”, è 32-37. L’attacco orogranata, però, si inceppa ed è solo la difesa veneziana a mantenere il vantaggio, insieme a qualche errore di troppo di Brescia dalla lunetta (mentre Watt arriva al terzo fallo) e all’intervallo lungo è così 36-37.

Terzo quarto 

Johnson torna a gonfiare la retina bresciana in apertura di secondo tempo, ma gli risponde Luca Vitali da 3, impattando a quota 39 al 21′ e l’inerzia bresciana continua con Hunt e la tripla di Michele Vitali per il 44-39 al 22’30”. Luca Vitali spende in rapida successione secondo e terzo fallo, ma Haynes, dopo la tripla del 44-42, terzo e quarto al 24′ (regalando anche un gioco da tre punti a Landry). Le triple di Orelik e Cerella riavvicinano l’Umana Reyer (49-48 al 24’30”), ma Brescia prova di nuovo a fuggire, portandosi sul +6 (54-48 al 25’30”) con la tripla di Michele Vitali, sull’antisportivo di Biligha (56-50) e, dopo tripla e terzo fallo di Orelik, con Hunt (libero e schiacciata: 59-53 al 28′). Ma gli orogranata ci mettono il cuore: impattano con due triple di Johnson (59-59 al 28’30”) e poi si portano avanti con l’azione più bella della partita: Biligha prima stoppa in maniera incredibile Michele Vitali e poi schiaccia in rovesciata a due mani il 59-61. Nell’ultimo minuto, arriva solo il canestro di Moore per il 61-61 all’ultimo intervallo.

Ultimo quarto

L’ultimo quarto inizia male per i colori orogranata, con il canestro di Hunt e il quarto fallo di Johnson. Moore, sul terzo fallo di squadra veneziano, ridà dalla lunetta due possessi di vantaggio a Brescia. I primi due punti del periodo sono di Jenkins (65-63 al 32′), ma Moore è scatenato e ne mette altri quattro, rispondendo anche alla tripla di Haynes del 67-66 al 33′: con Cerella che spende subito dopo il bonus, è Moss, sul quarto fallo di Watt, a costringere coach De Raffaele al time out sul 71-66 al 33’30”. L’interruzione non blocca il momento di Moore, che arriva a quota 21 personali per il 75-68 a metà quarto (dopo il bel canestro di Watt su rimbalzo offensivo) e a 23 per il 77-68 al 35’30”. Le triple aperte costruite dagli orogranata non entrano, con la panchina che si gioca anche le carte Ress e Peric, ma è Moss a trovare il vantaggio bresciano in doppia cifra (79-68) al 38′ e nuovo time out veneziano a -1’40” sul massimo margine per i padroni di casa (81-68), ma il rientro in campo è disastroso (rimessa di Haynes nelle mani di Moore e fallo di Peric), con la partita che scivola così verso il 90-71 finale.

BASKET BRESCIA – REYER VENEZIA 90-71

Parziali: 19-25; 36-37; 61-61

Germani: Moore 28, Hunt 22, L. Vitali 8, Landry 6, Ortner 2, Veronesi ne, M. Vitali 6, Moss 6, Sacchetti, Bushati 9. All. Diana.
Umana Reyer: Haynes 14, Peric 2, Johnson 11, Green, Tonut 6, De Nicolao, Jenkins 2, Orelik 15, Ress, Biligha 8, Cerella 7, Watt 6. All. De Raffaele.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento