rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Sport

Dall'inferno e ritorno: Mestre, la settimana più calda. "Se c'è una trattativa? Ancora non lo so"

Il presidente Serena, dopo aver chiesto l'iscrizione della squadra in serie C, chiarisce che "l'interlocutore non l'avevo mai sentito prima di sabato. Se andrà male sarà Eccellenza"

Dopo la presentazione della richiesta di iscrizione al prossimo campionato di serie C, nell'ultimo giorno utile, si apre una settimana a dir poco cruciale per il Mestre: il suo presidente, Stefano Serena, venerdì aveva annunciato in conferenza stampa che il sogno sarebbe continuato, ma ripartendo dall'eccellenza. Niente calcio professionistico. Non era un mistero in queste settimane che il futuro del club arancionero fosse legato all'arrivo di qualche imprenditore in grado di garantire fondamenta più solide al progetto. Dunque, venerdì annuncio di azzeramento e ripresa dall'Eccellenza, sabato, invece, il lieto dietrofront, con l'iscrizione al prossimo campionato di serie C.

Una settimana di tempo

Ora ci sarà una settimana di tempo per completare la documentazione richiesta, ed è qui che iniziano i punti interrogativi: "Ho avuto un contatto con un imprenditore che non ho mai sentito prima - dichiara in una nota Serena domenica, nell'intento di chiarire la situazione - sabato c'è stato il primo contatto". Se sono rose fioriranno, dunque, ma è impossibile fare previsioni perché nel concreto si scenderà nei prossimi giorni: "Se non ci sarà trattativa, o se la stessa non dovesse andare in porto, nulla cambierà rispetto alla decisione di venerdì annunciata in conferenza stampa - continua Serena - Ovvero chiederemo di iscriverci in Eccellenza".

"Esigo rispetto per i tifosi"

Un'eventualità che riporterebbe gli orange al Baracca dopo l'esilio forzato al Mecchia di Portogruaro: "Ad oggi non esiste alcuna trattativa - continua il presidente - Sabato c'è stato questo primo contatto. Se la trattativa ci sarà lo sapremo lunedì o martedì". Intanto i tifosi stanno alla finestra fiduciosi: "Esigo il massimo rispetto per loro, che stanno vivendo un momento particolare di apprensione e attesa - conclude Serena - La mia ferma intenzione è stata di mantenere il massimo riserbo sulla questione, proprio per garantire da un lato l’interlocutore e dall’altro tutti i nostri tifosi. Io mi sono solo limitato ad affermare che farò tutto il possibile per il Mestre fino all’ultimo secondo, non lasciando nulla di intentato. Ed è esattamento ciò che sto facendo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'inferno e ritorno: Mestre, la settimana più calda. "Se c'è una trattativa? Ancora non lo so"

VeneziaToday è in caricamento