rotate-mobile
Calcio

Il Mestre crolla con le Dolomiti

Dopo la vittoria contro il Cjarlins e i due pareggi esterni con Delta e Spinea, il Mestre incassa la prima sconfitta dell'anno dal Dolomiti Bellunesi

Il Mestre si presenta in campo con il classico 3-5-2: davanti al portiere Ronco si piazzano Politti, Busetto e Varotto; al centro della mediana c'è Galli assistito da Corteggiano e Tardivo, mentre Fabris e Fabbri presidiano le fasce; davanti, la coppia formata da Nicoloso e Segalina. Il Dolomiti Bellunesi risponde con il 4-3-1-2: mister Lauria, infatti, deve rinunciare alla coppia di attaccanti Raimondi e Corbanese, al loro posto Cossalter e Posocco, con De Carli trequartista, e alle loro spalle De Leo regista protetto da Onescu e Tibolla. Il match prende immediatamente una piega favorevole per gli ospiti: al 2', punizione dalla trequarti di De Leo, la palla arriva in mezzo all'area laddove Posocco prova il colpo di testa, con la palla che sfila alla destra di Ronco. All'8' il vantaggio del Dolomiti Bellunesi; rimessa laterale dalla parte sinistra del campo, la palla arriva in area sulla testa di Posocco, fermato dalla traversa, la palla torna a Cossalter che prova a sfruttare l'occasione, ma trova in Busetto e Varotto un ostacolo insuperabile: l'attaccante va a terra, per il direttore di gara è rigore; Posocco batte dagli undici metri, Ronco intuisce direzione e potenza del tiro, ma la palla, pur deviata dall'estremo difensore arancionero, va in rete. Il Mestre prova subito a reagire: al 10' Fabbri crossa da sinistra, Lombardi esce dai pali, la palla arriva in area dalle parti di Segalina che però viene anticipato dai centrali difensivi del Dolomiti al momento del tiro. All'11' Segalina prova dal limite un colpo in semirovesciata, Teso lo disturba, Lombardi ha il tempo per osservare la traiettoria della palla e salvarsi in angolo. Il Mestre continua a premere e al 28' raddrizza il risultato: il cross da sinistra di Fabbri è letteralmente pennellato, la palla viaggia verso il centro dell'area, Corteggiano ne approfitta e incrocia a rete di testa sottomisura. Il primo tempo si chiude giustamente sull'1-1.

La ripresa

In apertura di ripresa il Dolomiti si riporta in vantaggio e chiude a doppia mandata la propria trequarti: al 2' Cossalter ruba palla sulla trequarti mestrina e smista a sinistra in direzione di Posocco che manda la sfera dal lato opposto dell'area laddove Onescu in libera uscita scocca un diagonale sul quale Ronco nulla può. Il Mestre cambia uomini, moduli e schemi, si getta con il cuore in avanti, ma i bellunesi non si lasciano irretire e rispondono con ordine agli assalti: al 39' Vrikkis da sinistra trova in area la testa di Salvaterra, Lombardi blocca in presa. Al 48' lo stesso Salvaterra tenta un tiro a giro dal limite, la palla sfugge a Lombardi, che però recupera e la blocca prima che oltrepassi la linea di porta. Un brivido finale che suggella così la vittoria fuoricasa del Dolomiti Bellunesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Mestre crolla con le Dolomiti

VeneziaToday è in caricamento