Giovedì, 21 Ottobre 2021
Calcio

Mestre subito fuori

Il Mestre esce dalla Coppa Italia, battuto da un Montebelluna agevolato dall'espulsione rimediata da Milan dopo mezz'ora. Prestazione gagliarda della squadra di Sottoriva, che aveva sbloccato il risultato con un colpo di testa di Sottovia.

Nonostante l'inferiorità e la pressione esercitata dai padroni di casa soprattutto durante la ripresa, il Mestre si è difeso bene non rinunciando alla possibilità di agire in contropiede.
Solamente nei minuti conclusivi i trevigiani hanno saputo dare la spallata definitiva per il passaggio del turno. 

La gara

Primo squillo di Sottovia all'8' dal limite, Ruggiu ribatte. Il Monte non trova sbocchi, e al 21' arriva il gol del vantaggio ospite. Palla da angolo, sulla traiettoria Sottovia anticipa tutti e di testa sorprende il portiere alla sua sinistra. Al 29’ la partita cambia volto. Bressan va via in progressione oltre la linea difensiva, Milan lo atterra fuori area. Rosso diretto al portiere e mister arancionero costretto a far uscire il bomber per fare entrare Secco in porta. Il pari trevigiano arriva al 32' con Fasan, che penetra in area palla al piede, salta un difensore e batte Secco in diagonale. La pressione offensiva del Montebelluna aumenta appoggiandosi al duo Visinoni-Fasan. Quest'ultimo al 3' si sistema palla e dal limite coglie il palo. 

Partita ancora tutta da giocare

Al 17' la solita coppia Visinoni-Fasan opera il sorpasso, con il primo a servire il secondo, il cui dribbling sul portiere gli spalanca la porta per il 2 a 1. Ma il Mestre è vivo, e 2’ dopo Tomasin approfitta di uno svarione della difesa per gonfiare la rete. Tutto sembra portare ai supplementari ma nel finale si scatena Ndreca, che al 41' sigla il definitivo e, forse un po’ ingiusto, gol del 3 a 2, fatale al Mestre. Nonostante l'inferiorità e la pressione esercitata dai padroni di casa soprattutto durante la ripresa, il Mestre si è difeso bene non rinunciando alla possibilità di agire in contropiede.

La gara

Primo squillo di Sottovia all'8' dal limite, Ruggiu ribatte. Il Monte non trova sbocchi, e al 21' arriva il gol del vantaggio ospite. Palla da angolo, sulla traiettoria Sottovia anticipa tutti e di testa sorprende il portiere alla sua sinistra. Al 29’ la partita cambia volto. Bressan va via in progressione oltre la linea difensiva, Milan lo atterra fuori area. Rosso diretto al portiere e mister arancionero costretto a far uscire il bomber per fare entrare Secco in porta. Il pari trevigiano arriva al 32' con Fasan, che penetra in area palla al piede, salta un difensore e batte Secco in diagonale. La pressione offensiva del Montebelluna aumenta appoggiandosi al duo Visinoni-Fasan. Quest'ultimo al 3' si sistema palla e dal limite coglie il palo. 

Finale beffardo

Al 17' la solita coppia Visinoni-Fasan opera il sorpasso, con il primo a servire il secondo, il cui dribbling sul portiere gli spalanca la porta per il 2 a 1. Ma il Mestre è vivo, e 2’ dopo Tomasin approfitta di uno svarione della difesa per gonfiare la rete. Tutto sembra portare ai rigori ma nel finale si scatena Ndreca, che al 41' sigla il definitivo e, forse un po’ ingiusto, gol del 3 a 2, fatale al Mestre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mestre subito fuori

VeneziaToday è in caricamento