Calcio

Il Venezia fa la diga e il Milan per un'ora non passa: poi nella ripresa finisce 2-0

Gli arancioneroverdi giocano con ordine ma spendono troppo in fase difensiva: nel secondo tempo l'ingresso di Theo Hernandez fa la differenza

Un Venezia generoso riesce a mettere in difficoltà per un'ora abbondante il Milan a San Siro ma deve poi soccombere agli uomini di Pioli.

La partita

Fin da subito i rossoneri dominano il palleggio e fanno la partita, il Venezia cerca di non stare solo a guardare, come da auspicio di mister Zanetti, ma pur tentando di alzare il baricentro e pur schierati con un certo ordine, non riescono a trovare spazi sufficienti per pungere. I rossoneri alla mezz'ora si rendono pericolosi con Kalulu prima e poco più tardi con Florenzi che sfiora il palo. Allo scadere del primo tempo arriva anche lo squillo arancioneroverde con Caldara che spizza la sfera, nessun compagno riesce a ribadire in rete. Nel secondo tempo il Venezia cerca di ripartire con ordine: Aramu prova a ravvivare il match ma senza troppa fortuna. Pioli vede i suoi ancora fermi sullo 0-0 e tenta dei cambi. Tra gli altri entra Theo Hernandez che al 68' ripaga la fiducia del suo allenatore inventandosi una sponda per Diaz che insacca. Milan in vantaggio per 1-0. Il Venezia prova a scuotersi ma all'82' è ancora Milan ed è 2-0: Theo Hernandez calcia un potente rasoterra e insacca alle spalle di Maenpaa. I lagunari si fanno vedere con la punizione di Aramu: ma i giochi sono ormai finiti.

Le parole di Zanetti

Nonostante la sconfitta mister Zanetti fa i complimenti ai suoi: «La squadra oggi ha buttato il cuore oltre l'ostacolo: siamo stati in partita fino al 70' abbondante poi Pioli ha messo dentro qualche campione altrimenti se la stava vedendo brutta. La squadra ha speso molto in fase difensiva e forse palla al piede è stata poco lucida. Dovevamo proporre qualcosa di più e avere più coraggio: ma avendo speso troppo difficile chiedere poi qualità in avanti».

Milan-Venezia 2-0

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Kalulu, Gabbia (14' st Tomori), Romagnoli, Ballo-Touré (14' st Hernandez); Tonali, Bennacer; Florenzi (14' st Saelemaekers), Diaz (36' st Kessie), Leao; Rebic (29' st Pellegri). Allenatore: Pioli

VENEZIA (4-3-3): Maenpaa; Ebuehi (29' st Mazzocchi), Caldara , Ceccaroni, Molinaro; Peretz (8' st Crnigoj), Vacca (37' st Tessmann), Busio; Aramu, Forte (8' st Henry), Johnsen (30' st Okereke). Allenatore: Zanetti

Arbitro: Pezzuto

Marcatori: 23' st Diaz (M), 37' st Hernandez (M)

Ammoniti: Forte, Caldara (V)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Venezia fa la diga e il Milan per un'ora non passa: poi nella ripresa finisce 2-0

VeneziaToday è in caricamento