Calcio

Il Venezia batte anche il Catanzaro: 2-1 per gli arancioneroverdi

Le reti tutte nel primo tempo: Pohjanpalo su calcio di rigore e poi Johnsen, dopo il pareggio degli avversari, chiude la pratica. Seecondo posto in classifica

Pohjanpalo su calcio di rigore e poi Johnsen dopo il pareggio degli avversari chiudono la pratica Catanzaro: così in Venezia resta saldo al secondo posto in classifica.

La partita

Il primo tempo regala tutte le reti del match, con il Venezia che capitalizza maggiormente le azioni costruite. Al 23' l'episodio da rigore: entrata dura su Ellertson, per l'arbitro non ci sono dubbi. Va dal dischetto Pohjanpalo, fresco di convocazione in nazionale, che non sbaglia. Il Catanzaro non resta a guardare e dopo una manciata di minuti, al 40', trova il pareggio: è Ghion che mette in rete una conclusione potente. Sembra ormai tutto pronto per il the caldo di metà tempo quando il Venezia non si ferma, costruisce ancora e trova il sorpasso.

Clicca qui per iscriverti al canale WhatsApp di VeneziaToday

E' Pohjanpalo a servire Johnsen, il numero 17 non sbaglia il 2-1. Nella ripresa non cambia la musica: sono ancora gli arancioneroverdi i più pericolosi in campo. Almeno tre le opportunità dei veneti per allungare il vantaggio: prima Pohjanpalo costringe al super intervento Fulignati, poi Johnsen imbecca Busio, ancora murato, e infine è Gytkjaer ad avere il 3-1 a portata di mano. Il Catanzaro si salva. Nel finale rosso per Bjarkason ma il risultato non cambia.

Le interviste

Mister Vanoli: «Noi siamo stati bravi. Vincere queste partite a volte un po' sporche è un segno importante. Mettiamo un po' di pressione anche alle altre squadre. Voglio che si giochi di più a calcio: bravi a soffrire ma dobbiamo sviluppare ancora meglio».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Venezia batte anche il Catanzaro: 2-1 per gli arancioneroverdi
VeneziaToday è in caricamento