rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Calcio

Troppa Inter anche per un Venezia mai domo: arancioneroverdi ko per 0-2

La squadra di mister Zanetti, pur cercando di mantenere un atteggiamento ordinato e anche propositivo in tutto il match, subisce prima la rete di Calhanoglu, nella prima frazione, e poi quella di Lautaro nel finale di partita

Troppa Inter per questo Venezia che, dopo Roma e Bologna, ha provato a giocare un brutto scherzetto ai nerazzurri campioni d'Italia, rimediando una sconfitta in una partita giocata assolutamente a testa alta,

La partita

I nerazzurri entrano subito nello spirito del match e fin dai primi minuti tengono il pallino del gioco. Il Venezia, da parte sua, si schiera in modo compatto provando a difendersi con ordine dalle incursioni "nemiche", e provando talvolta ad affacciarsi anche in avanti, mancando però di incisività negli ultimi 30 metri. Sono gli ospiti, a partire dagli squilli di Brozovic e Dzeko, a rendersi maggiormente pericolosi insistendo nella metà campo dei padroni di casa fino al 34' quando è Calhanoglu, con un bel tiro potente e preciso, a portare in vantaggio i suoi. Il Venezia prova a rispondere con la giocata di Aramu ma i campioni d'Italia in carica, senza troppa fatica, chiudono la prima frazione in vantaggio per 0-1. Nella ripresa i ragazzi di mister Zanetti entrano in campo con tanta voglia di fare tanto che provano nuovamente a costruire per mettere in difficoltà i nerazzurri, peccando sempre di inconcludenza negli ultimi metri. L'Inter non si accontenta, la vuole chiudere: al 61' Skriniar di testa avrebbe l'occasione di siglare il raddoppio, bravo Haps a immolarsi. Alla mezz'ora è un batti e ribatti: i lagunari fanno buona guardia ma l'Inter accelera e con l'ingresso in campo di Lautaro seminano scompiglio tra gli arancioneroverdi. Il muro regge fino al 94' quando Haps, bombardato dallo stesso numero dieci interista, per l'arbitro difende in area colpendo la sfera con un braccio. Inevitabile il rigore per l'Inter: dal dischetto va lo stesso Lautaro che non sbaglia lo 0-2 finale. Il Venezia, dopo i successi contro Roma e Bologna, nel complesso ha dimostrato ancora una volta di saper lottare. Una sconfitta maturata giocando quindi comunque a testa alta contro una delle candidate al titolo. In settimana gli uomini di Zanetti affronteranno gli altri nerazzurri dell'Atalanta.

Il commento del mister

Mister Zanetti si dice comunque soddisfatto dell'atteggiamento dei suoi: «Salvo lo spirito di oggi, siamo arrivati tante volte bene negli ultimi 30 metri, anche con giocate palla a terra, peccato che non siamo riusciti a creare situazioni pericolose. Dal vivo Inter impressionante, sappiamo che sarebbe stata difficile: abbinano la fisicità alla qualità, alla corsa. Si giocano il titolo insieme a Milan e Napoli».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppa Inter anche per un Venezia mai domo: arancioneroverdi ko per 0-2

VeneziaToday è in caricamento