menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campionati europei a Basilea 21-25 aprile: c'è anche Stefano Patron della Spes Mestre

Tra i ginnasti che rappresenteranno l’Italia all’europeo di Basilea in Svizzera anche l'atleta "all around" che gareggia in tutti gli attrezzi

Dall’urna del collegiale al centro tecnico di Milano, esce il nome di Stefano Patron. Dopo il test di Giovedi, il DT nazionale Cocciaro ha deciso la lista dei ginnasti che rappresenteranno l’Italia all’europeo di Basilea in Svizzera. Questo è l’anno degli europei individuali per cui ogni nazione presenterà i suoi migliori ginnasti ma non si svolgerà il concorso a squadre.

La scelta

L’Italia ha tra i suoi migliori ginnasti anche Stefano Patron che nel Trial si è piazzato secondo a soli 2’ dal vincitore Bartolini. Patron è uno dei pochi ginnasti in Italia All Around, cioè uno dei pochi eletti a gareggiare in tutti gli attrezzi. All’europeo si assegneranno Due pass olimpici. Uno è già prenotato ed è quello del Russo Kartschev fresco vincitore del titolo nella sua patria, l’altro è da assegnare ma il sogno sembra quasi impossibile. L’Italia presenterà 3 generalisti…oltra a Patron ci saranno Nicola Bartolini (Pro patria Bustese) e Lorenzo Casali (giovanile Ancona). Tra gli specialisti ci saranno Salvatore Maresca (ginnastica Salerno), Edoardo De rosa (Ares) e Carlo Macchini (fiamme Oro). Martedi si svolgerà la prova del campo di gara e Giovedi 22 il concorso generale che assegnerà i pass olimpici e decreterà la lista dei 24 che parteciperanno alla finale dell’Europeo nonché le classifiche per specialità. I 24 migliori si giocheranno il titolo Venerdi 23 mentre sabato e domenica si svolgeranno le finali agli attrezzi. Nel femminile ci sarà il rientro di Vanessa Ferrari che si giocherà uno dei pass olimpici in palio. Una curiosità. Tutte le ginnaste fanno parte della stessa società. La Brixia di Brescia.

Le parole di Patron

Patron ha commentato così la notizia: «Sono al settimo cielo. Ho lavorato molto bene in questo periodo ed il lavoro a pagato. Il sogno olimpico è difficile da raggiungere però nelle mie corde ho la finale individuale a 24. Voglio raggiungerla. Vedo difficile una qualificazione agli attrezzi perché nel mio programma devo inserire ancora qualche movimento di difficoltà maggiore. E’ un lavoro lungo e complesso che farà con il tempo e a piccoli passi. Intanto mi godo questo europeo. Per quanto riguarda i ginnasti Italiani…siamo da finale al Cavallo con maniglie con De Rosa, agli anelli con Maresca ed alla sbarra con Macchini. Torno in maglia azzurra dopo l’europeo del 2017, dopo la coppa del mondo del 2018 e dopo le universiadi del 2019. E’ una grandissima gioia. Ce la metterò tutta per figurare bene».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento