Sospendere il campionato? Il presidente del Venezia: «Unica scelta possibile»

Il presidente Niederauer del Venezia plaude alla decisione del Governo di sospendere il campionato a causa dell'emergenza Coronavirus

Il presidente Niederauer del Venezia plaude alla decisione del Governo di sospendere il campionato a causa dell'emergenza Coronavirus. In un comunicato le sue parole.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il comunicato

«Credo che la decisione del CONI, successivamente approvata dal governo, sia stata la scelta giusta da prendere in questo momento e l'unica scelta possibile. In questi casi, la salute viene prima di tutto e gli atleti devono essere protetti e tutelati allo stesso modo dei cittadini. Con l’Italia in una situazione così difficile, apprezziamo e rispettiamo la decisione di adottare le misure straordinarie che sono state attuate.
Sono costantemente informato su ciò che sta accadendo in Italia e voglio esprimere la mia vicinanza a tutti i cittadini veneziani ed italiani. Negli Stati Uniti non siamo ancora arrivati al punto di adottare misure così restrittive, ma negli ultimi giorni la situazione sta cambiando, quindi presto potremmo fare lo stesso. In questo momento in Italia, ognuno deve fare la propria parte. È importante stare tutti uniti mentre attraversiamo questo momento difficile. Le raccomandazioni suggerite dal governo e dagli esperti sanitari devono essere accettate da tutti noi, per quanto difficile possa essere. Avevo programmato di tornare in Italia nelle prossime due settimane, ma penso che sarò costretto a rimandare il mio arrivo fino a quando la situazione non si sarà normalizzata. Per ora, i risultati sportivi e la nostra posizione nella classifica di Serie B sono in secondo piano. I miei partner ed io seguiamo la squadra con passione e non vediamo l'ora di poter riaprire nuovamente le porte ai nostri tifosi. Non posso nascondere il fatto che ci aspettavamo di raccogliere più punti nelle ultime partite, ma la squadra ha il nostro supporto e sono sicuro che quando il campionato riprenderà, ci faremo trovare pronti. Tuttavia, nel frattempo, ci sono questioni più importanti che meritano la nostra attenzione. C'è una partita che si sta giocando in campo nazionale e globale che è molto più importante da vincere e insieme la vinceremo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, il bollettino di stasera per Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento