menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Team New Zealand ©ACEA 2012/ Photo: Gilles Martin-Raget

Team New Zealand ©ACEA 2012/ Photo: Gilles Martin-Raget

Il "capo" neozelandese: "Che pubblico, Venezia andrebbe pagata per lo show"

Grant Dalton, ceo e team manager di Emirates New Zealand: "Quel che si è visto in laguna venerdì, con tutta quella gente, direi che è stato davvero incredibile. Bel ritorno d'immagine"

Più volte, nei primi giorni di Coppa America a Venezia, l'incredibile risposta del pubblico ha portato ad affermare che solo in Nuova Zelanda, dove esclusivamente il rugby riesce a richiamare una passione simile a quella per la vela, c'é un simile affetto attorno a questa manifestazione.

La conferma arriva da Grant Dalton, ceo e team manager di Emirates New Zealand, il team che può contare in bacheca già due Coppe America. "La passione degli italiani - ha dichiarato Dalton - è molto simile a quella dei neozelandesi: sono questi gli unici due Stati in cui si può riscontrare una simile risposta, a un livello che non azzardo ad affermare che non si raggiunge nemmeno negli Stati Uniti. Quel che si è visto in laguna venerdì, con tutta quella gente, direi che è stato davvero incredibile".


Un risultato, quello raggiunto nella tappa lagunare delle World Series, che porta Dalton a spingersi anche oltre: "La città - ha affermato - ha pagato per poter ospitare l'evento: direi che sarebbe stato molto più adeguato che l'evento pagasse Venezia, per il ritorno di immagine che gli ha offerto. Ed è stata azzeccata anche la formula di coinvolgere sia mare che laguna, in un mix di tecnica offerto dal primo e spettacolo puro dalla seconda". (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento