menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Continua il match di Francesca, la pugile risponde agli stimoli: "Piccoli movimenti"

La 26enne mestrina è stata trasferita dalla Rianimazione alla Neurochirurgia nell'ospedale di Pescara, dove è ricoverata dallo scorso 18 marzo. Ci sono piccoli segnali di miglioramento

Il match non è ancora finito, ma Francesca Moro sembra essere riuscita a portare a casa uno dei round decisivi. Si trova ancora ricoverata nell'ospedale di Pescara la pugile 26enne mestrina che una settimana fa, sabato 18 marzo, collassò subito dopo la conclusione di un match di pugilato a Chieti a causa di una emorragia cerebrale. Le sue condizioni sarebbero in lieve miglioramento in questi giorni. All'ospedale di Pescara il 18 marzo arrivò in coma. La giovane starebbe cominciando a rispondere agli stimoli e, nel corso dell'ultimo fine settimana, è stata trasferita dal reparto di Rianimazione a quello di Neurochirurgia. 

Si troverebbe ancora in stato "soporoso", ma il respiro sarebbe spontaneo e autonomo. Per questo non avrebbe più bisogno delle stumentazioni della Rianimazione. Di fronte agli stimoli del personale sanitario, la giovane risponderebbe anche con dei piccoli movimenti. Un fatto che non può che essere salutato con ottimismo. 

In ogni caso, non c'è alcuna illusione al riguardo, il percorso riabilitativo dovrà essere necessariamente lungo. Subito dopo l'arrivo nel nosocomio pescarese, la 26enne era stata sottoposta a un intervento chirurgico per rimuovere un ematoma subdurale acuto. L'operazione riuscì senza intoppi. Dopodiché la paziente è stata costantemente controllata dai medici, oltre a essere stata sedata e sottoposta a ventilazione meccanica. Negli ultimi giorni, superata la fase più critica, il trasferimento in Neurochirurgia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento