menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coppa Italia, risultato della partita del preliminare Venezia-Villafranca

Le seconde linee arancioneroverdi non sfigurano e si impongono con un rotondo 4 a 1 nella partita valevole per il passaggio del turno

Preliminari di Coppa Italia. È un Venezia scoppiettante, concreto e deciso quello che si impone con un rotondo 4 a 1 in trasferta, contro un Villafranca Veronese che nulla ha potuto contro lo strapotere della formazione guidata da Paolo Favaretto. In campionato il ruolino di marcia è quello di una macchina da guerra, con 5 vittorie in 5 partite, e l'allenatore decide di puntare in parte sul turn over. L'azzardo è stato ripagato, con le seconde linee che non hanno affatto sfigurato.

La partita si mette subito sul giusto binario per gli arancioneroverdi: dopo un primo tiro di Carbonaro che si spegne sul fondo al 6' minuto, la punta sblocca il match al 13' minuto. Ci prova ancora, 5 minuti più tardi, con un tiro debole e impreciso, che non impenserisce l'estremo difensore veronese. Il Venezia macina gioco, e costringe gli avversari nella propria metà campo; la propositività e cattiveria agonistica della squadra ospite, alla lunga, dà i suoi frutti: Gualdi raddoppia al minuto 38, e poi è ancora Carbonaro, 60 secondi dopo, a mettere il sigillo della sicurezza. Il primo tempo, dominato per larghi tratti dal Venezia, si chiude su un più che rassicurante 3 a 0.

Inizia il secondo tempo e gli ospiti cominciano subito a spingere. Passano pochi secondi dal fischio d'inizio della seconda frazione di gioco, e Aruti accorcia le distanze con uno splendido tiro dalla distanza, che si insacca sotto il sette. Nulla può D'Alessandro, estremo difensore del Venezia. Gli uomini di casa non ci stanno e tornano a spingere senza soluzione di continuità, creando una prima occasione con Viviani che insacca: il gol viene annullato per fuorigioco. Dopo il primo cambio, con Acquadro subentrato a Gualdi, ci prova Innocenti a fissare il risultato sul 4 a 1, ma Baciga nega la gioia al centrocampista ex Acqui. Al 65' l'allenatore dei lagunari Paolo Favaretto decide di operare il secondo cambio del match, fuori Carbonaro e dentro Fabiano; scelta azzeccata, perché 4 minuti più tardi l'esterno confeziona l'assist vincente per il 4 a 1 di Callegaro. Cinque minuti dopo si ripropone a parti inverse la situazione che ha portato al quarto gol, ma Fabiano non ha la prontezza di riflessi, e si fa murare dal difensore avversario. Segue l'inevitabile girandola dei cambi, con Modolo che prendere il posto di Callegaro, e Matei che subentra a Viviani. I ritmi vanno progressivamente a spegnersi, e il Venezia torna in laguna con in tasca il 4 a 1. La macchina da gol perfetta non si inceppa, e gli 11 "lagunari" accedono al turno successivo di Coppa Italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento