rotate-mobile
Sport

Il Cus Venezia si aggiudica il derby con il Musile e consolida il secondo posto

La squadra di pallamano orogranata ha avuto ragione dei "cugini" per 33 a 23. All'inizio partita nervosa, poi il migliore tasso tecnico dei lagunari è venuto fuori finendo "in parata"

Il Cus Venezia Casinò si aggiudica, senza patemi, il “derbissimo” che valeva una stagione (almeno per il Musile), considerata la rivalità accentuata dalla presenza, tra le fila dei plavensi, di alcuni protagonisti dei recenti campionati cussini: Sambo, Ferrotti, Rodella e l’allenatore Morandin.

A differenza dell’andata, terminata in pareggio, stavolta la partita è stata “a senso unico”, dopo che la coppia arbitrale aveva inibito, fin dall’inizio, qualsiasi tentativo dei padroni di casa di metterla sul piano meramente fisico. La tensione, al palasport di Meolo, era comunque palpabile e ne sono testimonianza i lunghi minuti trascorsi ad attendere la prima rete; poi il divario si è progressivamente accentuato fino al 33-23 finale con “passerella” per tutta la panchina orogranata.

La squadra di mister Luchetti (bravo a gestire le situazioni di tensione agonistica) si è confermata formazione omogenea con Semenzato a sostituire, nel ruolo di leader, Scarpa, troppo condizionato dall’emotività; in regia, ottima prova di maturità di Cacurio ben coadiuvato da Ferronato; bene anche i “padovani” del Cus: Melato, Coltro (in ripresa dopo l’infortunio) e Meneghetti (stavolta più “genio” che “sregolatezza”) così come Ervigi e Gerotto all’ala sinistra, ormai due sicurezze.


La vittoria degli “universitari” veneziani è coincisa con la sconfitta del San Vito a Trieste, aumentando così a 4 punti il vantaggio nella platonica lotta per il secondo posto. Dopo la pausa pasquale il Cus Venezia Casinò tornerà al PalaCasaIsiPiù per affrontare il Povegliano: una partita, almeno sulla carta, senza storia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cus Venezia si aggiudica il derby con il Musile e consolida il secondo posto

VeneziaToday è in caricamento