L'Empoli annuncia Dionisi, rabbia Venezia: «È ancora sotto contratto con noi»

Attacco del presidente degli arancioneroverdi, che annuncia di essere pronto a tutelare la propria società nelle sedi più opportune

Il nuovo tecnico dell'Empoli Alessio Dionisi

L'Empoli Fc ha annunciato ufficialmente l'ingaggio di Alessio Dionisi come nuovo allenatore della prima squadra senza aver avuto il via libera preventivo del Venezia Fc, società per la quale è ancora tesserato, che ha annunciato che «tutelerà i propri diritti nelle sedi che riterrà più opportune». Gli arancioneroverdi nei giorni scorsi avevano scelto come nuova guida tecnica Paolo Zanetti, vista la reciproca volontà di società toscana e Dionisi di "convolare a nozze". La dirigenza aveva comunque messo in chiaro le cose con i toscani: «liberiamo Dionisi,  ma deve esserci assicurata un'adeguata valutazione visto il contratto ancora in essere».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'attacco del presidente

«Voglio sottolineare - ha detto il presidente Duncan Niederauer - che il club che io presiedo non si comporterebbe mai in questa maniera nei confronti di un'altra società che abbia sotto contratto un allenatore o un giocatore di nostro interesse. Quando la scorsa estate ci siamo trovati in una situazione simile, infatti, come da prassi, abbiamo preliminarmente contattato l'Imolese Calcio al fine di essere autorizzati a sottoporre una proposta contrattuale al signor Dionisi,  per consentirgli  di non violare gli impegni contrattuali con quello che allora era il suo club di appartenenza. Non da ultimo è stato insinuato che il Venezia Fc non sia in grado di sostenere il costo di due allenatori con relativi staff per la stagione sportiva 2020-21. - ha proseguito Niederauer - Nulla di più sbagliato, è una possibilità che abbiamo tenuto in considerazione fin da subito e un rischio che siamo sempre stati disposti a correre pur di mantenere fede ai nostri principi e alla linea che abbiamo deciso di intraprendere in totale trasparenza e rispetto di tutti i soggetti coinvolti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento