menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli orogranata non riescono a portare a casa la vittoria

Gli orogranata non riescono a portare a casa la vittoria

EA7 Armani-Umana Reyer 91-82 risultato partita 2 marzo 2014

Nella partita esterna contro la squadra milanese gli orogranata giocano un'ottima prima parte di gara, ma la capolista conquista pian piano terreno confermandosi la squadra più forte del campionato

Parziali 16-28, 44-46, 70-60

EA7 Emporio Armani Milano: Gentile 16, Cerella 9, Melli 7, Hackett 19, Kangur 4, Langford ne, Samuels 14, Tourè ne, Wallace, Lawal 8, Moss 6, Jerrells 8. All. Banchi

Umana Reyer: Peric 9, Giachetti, Rosselli 10, Linhart 20, Vitali 12, Taylor 8, Smith 4, Akele ne, Magro 12, Johnson 4, Crosariol 3. All. Markovski

Dopo una prima parte di gara straordinaria da parte dell’Umana Reyer, Milano fa valere tutta la sua qualità e porta a casa la vittoria confermandosi in testa alla classifica. Gli orogranata possono comunque uscire a testa alta dal campo sia per una prima frazione da stoppicciarsi gli occhi e sia per aver mostrato di non mollare mai riportandosi a -4 a poco più di un minuto dalla fine. A risultare determinante è stato purtroppo il black out della terza frazione che ha portato la Reyer sotto addirittura di 15 lunghezze.

Partenza sprint dell’Umana che trascinata da Linhart e Johnson dopo 2’30″ si porta sul 2-7. Ancora Linhart da tre e la Reyer va sul 4-10 al 4′. Gli orogranata continuano a macinare gioco e toccano il più 10 con Vitali (8-18). Poi è Magro a fare il +12 (11-23 al 7′). Il primo quarto si conclude sullo stesso vantaggio (16-28).

L’inizio di seconda frazione è sulla stessa lunghezza d’onda con l’Umana che sale a più 13 (19-32 al 12′) grazie a Linhart. Una tripla di Jerrells e un canestro da sotto di Samuel valgono il mini break che porta Milano a -8 e costringe Markovski al time out a 6’30″ dalla seconda sirena. Riponde Linhart con la schiacciatona del 26-36. Due liberi di Samuel e un canestro di Gentile valgono il -7 per Milano ma risponde ancora Linhart. Taylor mette il nuovo più 11 ma replica ancora Gentile da tre. Entra Hackett che realizza tripla e gioco da tre punti. (39-44 al 18′). Ancora Hackett ispira la rimonta che si compie sul 44 pari. Buon per l’Umana che a chiudere il periodo siano due liberi di Vitali (44-46).

Milano ingrana un’altra marcia in apertura di terza frazione. Johnson fa 44-48. Poi però un canestro e fallo di Samuels valgono il -1 per Milano. Poi una super tripla di Linhart, che tocca i 20 punti personali, vale il 47-51 ma risponde Melli da 3. Gentile e Melli portano a +3 Milano mentre l’Umana paga a caro prezzo due palle perse (57-51 e parziale 10-0 per i padroni di casa). Gli orogranata perdono progressivamente terreno: 2 liberi di Gentile valgono il -12 e una tripla di Gentile a 1’30″ al termine del 3Q valgono addirittura il -15 con l’Umana bloccata a quota 55. E’ vero e peopio black out per l’Umana che si sblocca solo sul finire di frazione (70-60).

Milano si presenta all’ultima frazione forte di un vantaggio superiore alla doppia cifra. L’Umana perde per 5 falli Crosariol e poi trova con Rosselli e Taylor i canestri del – 7 a-6’30″ dalla fine. Hackett è sugli scudi e beneficia anche di liberi per flopping a Johnson. A5′ dalla fine l’Umana comunque risale a -6 (77-71). Ma Cerella risponde con un gioco da tre punti. La Reyer ci riprova con la tripla di Rosselli del -4 a 4′ dalla fine. A 1’40″ dalla fine è ancora -4 ma l’Umana viene giustiziata dalla tripla di Hackett. Gli ultimi disperati tentativi non portano a nulla e Milano può chiudere sul fin troppo pesante 91-82.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento