menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Reyer in azione (foto: reyer.it)

La Reyer in azione (foto: reyer.it)

EA7 Milano-Umana Reyer risultato partita 26 ottobre 2014

Nulla da fare per gli orogranata che in trasferta sul parquet di Milano non sono riusciti a fare la gara perfetta: diversi errori e la conclamata tecnica dei padroni di casa hanno portato all'80-71 finale

Parziali 23-14, 35-29, 63-45, 80-71

EA7 Milano: Ragland 7, Brooks 12, Gentile 9, Cerella, Melli 4, Meacham, Kleiza 13, James 4, Samuels 17, Moss 8. All. Banchi

Umana Reyer: Moore 9, Stone 2, Peric 8, Goss 7, Ruzzier 8, Ress 5, Ortner 7, Viggiano 14, Ceron 3, Dulkys 8. All. Recalcati

Assist: Gentile 6, Moss e Ragland 4; Ruzzier 5, Peric 4

Rimbalzi: Samuels e James 7; Moore 14, Viggiano 7

In casa dei Campioni d’Italia ci sarebbe voluta la miglior Umana Reyer per provare a impensierire Milano. E invece gli orogranata sono incappati in una serata in cui sono risultati più imprecisi del solito al tiro, pagando dazio di fronte al talento e alla fisicità di Milano.

In conseguenza dell’assenza per tutta la settimana di Stone, Recalcati da’ giocoforza ampio spazio a Ruzzier che ripaga con il primo canestro e la solita personalità. Milano si affida invece il peso e i centimetri di Samuels dentro l’area che garantisce tanto fatturato. Al 5′ è 12-6 per Milano. Sulla ripartenza in contropiede di Viggiano Gentile commette fallo antisportivo. Le ripartenze in velocità dell’Umana producono il 17-12. Ma in 3 azioni Milano vola a +11 con conseguente time out di Recalcati. E il primo quarto finisce sul 23-14.

I ritmi sono molto alti. Recalcati concede spazio a Stone ed è lui a realizzare con Peric il break che porta al 23-18 al 12′ grazie anche alla difesa 3-2. Banchi chiama time out e Milano torna a +11 con due triple di fila (31-20 al 14′). Una tripla di Viggiano più penetrazione di Goss, dopo palla recuperata e assiste di Ruzzier, valgono il -6. L’Umana si avvicina ulteriormente sul 31-26. Ma con due azioni Milano torna di nuovo a +9 nonostante Samuels sia in panca. Due liberi di Ress valgono il 35-29 sul quale si va negli spogliatoi con l’Umana che potrebbe ulteriormente avvicinarsi ma spreca l’ultima azione.

Viggiano apre il terzo quarto con il canestro del 35-31. Goss litiga con il ferro, Moore prova ad arginare Samuels ma al 22′ è 43-31 con la tripla di Ragland. L’Umana si inceppa di fronte alla maggior intensità di Milano e come se non bastasse arriva pure il terzo fallo di Ruzzier. Milano può salire a +14. Poi Melli inchioda in contropiede il 49-33. Complici due palle perse Milano tocca il +18 al 26′. Ortner e Viggiano provano a scuotere l’Umana. Poi i liberi di Dulkys, suii primi punti del match, valgono il -13 al 28′. Ma poco dopo arrivano fallo e tecnico per proteste a Peric che Milano capitalizza portandosi suk 60-40. Goss infila 5 punti ma subito dopo gli viene sanzionato fallo per simulazione. Così dal -13 l’Umana termina invece il terzo quarto a -18 (63-45).

Kleiza porta i suoi sul +23 in apertura di ultima frazione. L’Umana però non si disunisce e continua a lottare nonostante una partita virtualmente chiusa nel punteggio. A -3’30″ la Reyer risale così fino al -13. Il pregio dell’Umana Reyer è proprio quello di non mollare mai nemmeno quando tempo e punteggio le remano contro. È proprio grazie a questa determinazione che gli orogranata limano il divario fino al -9 finale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento