Eurocup, la Reyer agguanta la vittoria contro il Bahcesehir Istanbul all'overtime

La vittoria per 88-82 chiude il girone d'andata

L’Umana Reyer riprende la marcia in 7Days Eurocup, chiudendo il girone d’andata con la vittoria al supplementare per 88-82 contro gli ostici turchi del Bahcesehir Istanbul.

Primo tempo

Daye non recupera, con un roster a referto con 6 stranieri e 6 italiani. Lo starting five vede in campo De Nicolao, Tonut, Bramos, Mazzola e Watt, ma inizia decisamente meglio il Bahcesehir: trascinato da tre triple di Green, al 3′ è 4-11, con i due canestri orogranata entrambi di Tonut. Si arriva a metà quarto addirittura sul 4-15, poi gli orogranata iniziano a prendere le misure, con Stone che si aggiunge a Tonut in attacco (11-15 al 7′) e il canestro di Fotu su assist di Bramos vale il possesso di ritardo (13-16) al 7’30”. I turchi riallungano sul 14-23 al 9′, ma il finale di quarto registra la tripla di Bramos, un libero di Casarin e il canestro del 20-23 di Stone sulla sirena. Si segna poco, in avvio di secondo quarto, quando le triple di Bramos e Mazzola riportano l’Umana Reyer a -1 (26-27 al 13’30”), con la risposta del Bahcesehir per il 26-32 al 16’30”. A questo punto, coach De Raffaele azzecca la mossa del quintetto piccolo formato da De Nicolao, Cerella, Chappell, Stone e Fotu, che mette in difficoltà gli avversari con l’aggressività della zona 3-2. Arrivano una serie di recuperi difensivi, con Chappell che firma il primo sorpasso sul 33-32 al 17’30”. Non bastano due time out alla panchina turca per interrompere l’inerzia. Cerella allunga il break fino al 13-0 (39-32 al 19′), poi Stone sale a 14 punti personali con la tripla del 42-34. Il Bahcesehir si affida ai soli liberi di Green per cercare di limitare il passivo e all’intervallo lungo è 42-36.

Secondo tempo

L’Umana Reyer riparte anche nel secondo con grande aggressività, recuperando palloni in difesa e costruendo con pazienza in attacco. Si sblocca anche Watt, poi Fotu mette la tripla del 49-36 al 22′. Il primo canestro ospite è di Owens dopo quasi 2’30”, anche se l’ex spende subito dopo il quarto fallo, e l’inerzia rimane orogranata, fino al 53-38 di Watt al 33’30”. Il Bahcesehir rientra comunque in partita con un break di 0-11 (53-49 al 26′), poi arriva una serie di cinque canestri da 3, su entrambi i lati del campo, con Mazzola che firma il 64-57 al 28’30”. Dopo il canestro di Vidmar a rimbalzo offensivo (66-57), un’altra tripla, di Green, chiude il quarto sul 66-60. Gli orogranata tornano a +9 (73-64) al 33′ con la tripla di Bramos, ma è ancora lunga, perché i turchi non mollano e si avvicinano progressivamente: 73-68 al 34′, 75-72 subito dopo metà quarto, 76-74 al 37′, fino al pareggio sul 76-76 al 37’30”. Ai liberi di Watt risponde Perez, poi entrambe le squadre hanno il tiro della vittoria, ma sbagliano sia Green che Tonut: si va all’overtime sul 78-78.

Overtime

E qui, in un match che si accende, l’Umana Reyer alza il livello difensivo, portandosi sull’83-78 al 43′ con Bramos (sul tecnico alla panchina ospite), Fotu e Watt e grazie alla reattività a rimbalzo offensivo. Sono proprio le palle recuperate sotto il canestro avversario a consentire all’Umana Reyer di tenere a distanza il Bahcesehir, fino alla tripla di De Nicolao a -9” che chiude i conti sull’88-82.

Parziali: 20-23; 42-36; 66-60; 78-78

Umana Reyer: Casarin 1, Stone 14, Bramos 15, Tonut 7, De Nicolao 3, Vidmar 2, Chappell 10, Mazzola 9, D’Ercole ne, Cerella 2, Fotu 14, Watt 11. All. De Raffaele.
Bahcesehir: Jones 5, Perez 19, Arkpinar 9, Ozdemir 7, Oncel 2, Green 22, Kilicli 2, Yildizli 6, Akyazili ne, Owens 8, Aldridge, E. Yilmaz 2. All. Aktas.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento