menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

SuperFede in alto mare, la Fin non intende pagarle l'allenatore Lucas

La campionessa di Spinea ai ferri corti con la federazione per il contratto del tecnico francese. Lei si dice pronta a far la pendolare tra Verona e Parigi. Il nodo da sciogliere entro il 2013

SuperFede è "super" anche nell'ego. D'altronde senza tenacia e carattere non si potrebbe arrivare dove lei è arrivata. Tuttavia, dopo il flop di Londra e le polemiche che ne sono seguite, la campionessa nata a Spinea sembra irremovibile sull'allenatore. Quello stesso Philippe Lucas protagonista di svariati tira-e-molla tra la nuotatrice e la Federazione italiana nuoto. Dal 2013 dovrà essere infatti chiarita la sua posizione e il suo contratto che prevede un cospicuo emolumento per allenare Federica. Ma non si è ancora deciso chi dovrà pagarlo. Da una parte la Pellegrini sembra essere pronta a far la pendolare tra Verona e la Francia, da cui Lucas non si sposta. Ma la volontà non basta, servono anche i soldi. Accordi per trovare un aiuto finanziario sarebbero arrivati dagli sponsor ma il denaro non basterebbe. E la Fin non sembra propensa a sganciare la quota restante.

"SuperFede" tuttavia ci mette del suo: lei sarebbe stata l'unica, assieme al fidanzato e collega Filippo Magnini, a non aver voluto firmare, quando era in Nazionale, l'accordo per la gestione degli sponsor federali e personali. La campionessa vuole per sé tutti i diritti d'immagine insomma. Ma così non aiuta la federazione a velocizzare la "pratica Lucas".

Gli attriti con la Fin si erano già manifestati subito dopo l'annuncio di Federica circa la pausa di un anno dalle competizioni. Lei, quando aveva deciso di riportare il francese dentro lo staff italiano, avrebbe informato la federazione solo a fatto avvenuto, senza consultare nessuno. Non si può dare tutto per scontato, non può essere tutto bianco o nero, chi sta con me o contro di me. Di questo ci siamo rotti le scatole - aveva spiegato il presidente Paolo Barelli - siamo sempre stati a disposizione della Pellegrini con grande compiacimento, ora valuteremo anche questa sua quarta, quinta necessità, ma normalmente le cose avvengono al contrario”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento