rotate-mobile
Sport

Il Franco Gomme pareggia contro l'Asti ma si deve mangiare le mani

Buon pari per la squadra di mister Pagana, che però deve recriminare per due tiri liberi sbagliati dagli arancioneroverdi. Ora i lagunari agganciano il Fiumicino nella corsa verso la salvezza

La sconfitta casalinga con l’Acqua&Sapone non ha tolto al Franco Gomme Venezia la voglia di stringere i denti e lottare, ed è questo l’aspetto forse più confortante al termine dell’1-1 strappato in casa dell’Asti Acqua Eva. Un punto importante, a dir poco, per consentire ai ragazzi di Pagana di continuare ad inseguire la salvezza in serie A: tuttavia, nonostante le difficoltà incontrate al PalaSanQuirico al cospetto della compagine fresca trionfatrice in Coppa Italia, nello spogliatoio arancioneroverde c’è anche spazio per una legittima buona dose di rammarico per le numerose e ghiotte occasioni sprecate. Basta pensare ai due tiri liberi che Chimango e Canonica, rispettivamente nel primo e nel secondo tempo (a 17’’ dal termine) si sono fatti neutralizzare dall’ottimo portiere Scarparo.

Al quintetto di casa – Scarparo, Corsini, Lima, Cavinato (al rientro dalla squalifica) e Bessa – mister Pagana risponde con Bertoli tra i pali, Ercolessi, Almir Rossa, Alan e Chimanguinho a manovrare. L’equilibrio dura meno di quattro minuti e mezzo, fino a quando Patias (autore del gol vincente in casa del Kaos a 1’’ dalla sirena) apre le danze dando la prima gioia ai tifosi del PalaSanQuirico. Il Venezia nonostante lo svantaggio mantiene i nervi saldi e ce la mette tutta per impensierire gli avversari, costretti a capitolare a 12’20’’ sulla zampata vincente di Chimanguinho: il numero 10 ospite è così il primo giocatore arancioneroverde a raggiungere la doppia cifra in termini di realizzazioni in questo campionato. Prima del riposo Ercolessi e compagni si involano in contropiede e guadagnano un tiro libero, neutralizzato da Scarparo a Chimango.

L’inizio di secondo tempo vede il Franco Gomme intenzionato a premere sull’acceleratore, ma un ribaltamento tre contro uno non va a buon fine. Il team di Tabbia non sta certo a guardare, la traversa nega agli orange il nuovo vantaggio, ma le occasioni non mancano da una parte né dall’altra. Nel finale l’Asti si carica di falli e ammonizioni, arriva una nuova chance su tiro libero, peccato per il Venezia che pur cambiando battitore (Canonica) l’esito sia lo stesso con Scarparo a salvare la porta. Sulla sua ribattuta Chimanguinho alza sopra la traversa e, pur mancando ormai una manciata di secondi, c’è ancora tempo per un palo astigiano che evita la beffa per gli ospiti.

In classifica il Franco Gomme guadagna un punto sul Kaos e aggancia il Fiumicino, proprio alla vigilia dello scontro diretto in programma sabato 14 aprile al Palacosmet di Dolo (ore 18).

La classifica: Alter Ego Luparense 63; Marca Futsal 55; Lazio 45; Montesilvano 42; Ponzio Pescara 41; Asti Acqua Eva 39; Acqua&Sapone Fiderma e Promomedia Putignano 38; Bisceglie 29; Real Rieti 24; Franco Gomme Venezia e Finplanet Fiumicino 20; Kaos Futsal 18; Augusta 6. (N.B. – Le prime 8 già matematicamente ai playoff; Augusta retrocessa in serie A2).


ASTI ACQUA EVA – FRANCO GOMME VENEZIA 1-1 (p.t. 1-1)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Franco Gomme pareggia contro l'Asti ma si deve mangiare le mani

VeneziaToday è in caricamento